domenica 22 febbraio 2015

Due immagini?

Nel 1943, dieci anni dopo la realizzazione della prima immagine di Gesù Misericordioso a Vilnius (Lituania) e cinque anni dopo la morte di Suor Faustina a Cracovia (Polonia), il pittore Adolf Hyla si presentò a Cracovia Lagiewniki.
Parlò con le suore della Congregazione delle Suore della Beata Vergine Maria della Misericordia svelando il suo desiderio di dipingere un quadro. Voleva fare un dono per la cappella della congregazione, offrendolo come ex-voto di ringraziamento a nome di tutta la sua famiglia salvata dalla guerra.
Le Suore gli proposero di dipingere un’immagine di Gesù Misericordioso. Come modello presentarono all’artista una riproduzione della prima immagine dipinta da Kazimirowski con la partecipazione di Suor Faustina. Allegarono anche la descrizione dell’immagine contenuta nel diario di Suor Faustina.
L’artista eseguì quest’opera secondo la sua propria idea. Siccome le misure del quadro ricevuto in dono non andavano bene per l’altare della cappella delle Suore, Madre Irene Krzyzanowska ne ordinò un’altra. Questa immagine fu benedetta nel 1944 e collocata nella cappella della Congregazione a Cracovia, dove è venerata fino ad oggi.
L’effigie di Gesù Misericordioso era dipinta sullo sfondo di un prato e dei cespugli visibili in lontananza. Don Sopocko intervenne nel 1954 e lo sfondo dell’immagine fu dipinta con un colore scuro, e sotto i piedi del Signore Gesù fu dipinto un pavimento.
L’immagine offerta da Adolf Hyla come ex-voto fu collocata nella chiesa parrocchiale del Sacratissimo Cuore in Breslau (Wroclaw, Polonia). Questa chiesa collegato con la casa religiosa delle Suore della Beata Vergine Maria della Misericordia (cfr. Note nel Diario di S. Faustina).


A sinistra l’immagine dipinta in presenza di Santa Faustina (Eugeniusz Kazimirowski, Vilnius 1934). A destra l’immagine dipinta dopo la morte di Santa Faustina (Adolf Hyla, Cracovia 1944).

L’immagine dipinta da Adolf Hyla senz’altro contribuì in una grande misura alla diffusione
del culto della Divina Misericordia. Lo confermano numerose grazie ricevute tramite questa immagine. Tuttavia, la sua popolarità non fa diminuire il valore della prima immagine, dipinta a Vilnius – esattamente secondo il modello trasmesso da Signore Gesù stesso.
Attualmente questa immagine è degnamente esposta nell’altare principale del Santuario
della Divina Misericordia a Vilnius, venerata pubblicamente grazie alla preghiera incessante
delle Suore e dei pellegrini che affluiscono sempre più numerosi.
Ma le differenze esistenti tra queste due immagini e le altre che si trovano in circolazione non potranno mai annullare la promessa di Gesù a Santa Faustina: "Non nella bellezza dei colori ne del pennello sta la grandezza di questa immagine, ma nella Mia grazia".

Nessun commento:

Posta un commento