domenica 2 marzo 2014

Gesù si lamenta delle offese ricevute

Gesù che si offende, Gesù che arrabbia, Gesù che diventa minaccioso... In questi tempi in cui il peccato è così diffuso da sembrare una regola della normalità, il Papa ci parla sempre più spesso della Misericordia di Gesù. E lo fa con grande trasporto e veemenza. Ci ricorda continuamente che Gesù ci perdona, ci accoglie. Il Papa lo fa perché è necessario richiamare al Padre i troppi peccatori che se ne sono allontanati. Ma è importante sapere che Gesù è anche giusto. Che Gesù è offeso anche dal più piccolo peccato ed è offeso nel constatare che troppe persone Lo offendono senza curarsi delle conseguenze. Perché non conoscono e non amano Dio, altrimenti ben altro sarebbe il loro comportamento.
In alcuni episodi Gesù fa capire a Suor Faustina che persino nella loro casa, persino le suore offendono Gesù, che minaccia di andarsene da lì.
Dal Diario di Suor Faustina.
Una volta vidi due suore che stavano per entrare nell'inferno. Un dolore indescrivibile mi strinse l'anima. Pregai Iddio per loro e Gesù mi disse: «Va' dalla Madre Superiora e dille che quelle due suore si trovano nell'occasione di commettere un peccato grave». 
Il giorno dopo lo dissi alla Superiora. Una di esse è già in stato di fervore; l'altra sta sostenendo una grande battaglia. 

Una volta Gesù mi disse: «Abbandonerò questa casa.. poiché vi sono cose che non Mi piacciono». 
E l'Ostia uscì dal tabernacolo e si posò nelle mie mani, ed io con gioia la riposi nel tabernacolo. Il fatto si ripeté una seconda volta e io feci lo stesso. Ma la cosa si ripeté una terza volta e l'Ostia si trasformò nel Signore Gesù vivo, e Gesù mi disse: «Io non rimarrò qui più a lungo». 
Allora nella mia anima si risvegliò improvvisamente un grande amore per Gesù e dissi: «E io non Ti lascerò partire, Gesù, da questa casa». E Gesù scomparve di nuovo e l'Ostia si posò nelle mie mani. La riposi nuovamente nella pisside e chiusi il tabernacolo. 
E Gesù rimase con noi. Per tre giorni mi preoccupai di fare l'adorazione riparatrice. 

Una volta Gesù mi disse: «Fa' sapere alla Madre Generale che in questa casa... succede la tal cosa... che non Mi piace e che Mi offende molto». 
Non lo feci sapere subito alla Madre; ma il turbamento che m'inviò il Signore, non mi permise d'attendere un momento di più e scrissi subito alla Madre Generale e la pace ritornò nella mia anima. 

Nessun commento:

Posta un commento