venerdì 31 ottobre 2014

Una suora deceduta domanda preghiere

Una volta di notte venne a trovarmi una delle nostre suore, che era morta due mesi prima. Era una suora del primo coro. La vidi in uno stato spaventoso: tutta avvolta dalle fiamme, con la faccia dolorosamente stravolta. L'apparizione durò un breve momento e scomparve. I brividi trapassarono la mia anima, ma pur non sapendo dove soffrisse, se in purgatorio o all'inferno, raddoppiai in ogni caso le mie preghiere per lei.
La notte seguente venne di nuovo ed era in uno stato ancora più spaventoso, tra fiamme più fitte, sul suo volto era evidente la disperazione. 
Rimasi molto sorpresa di vederla in condizioni più orribili, dopo le preghiere che avevo offerto per lei e le chiesi: «Non ti hanno giovato per nulla le mie preghiere?» 
Mi rispose che le mie preghiere non le erano servite a nulla e che niente poteva aiutarla. 
Domandai: «E le preghiere fatte per te da tutta la Congregazione, anche quelle non ti hanno giovato niente?» 

giovedì 30 ottobre 2014

Preghiamo per le anime del Purgatorio

Il Signore mi ha detto: «Entra spesso in purgatorio, poiché là hanno bisogno di te». 
O mio Gesù, comprendo il significato di queste parole che mi rivolgi, ma permettimi prima di entrare nel tesoro della Tua Misericordia.
Diario di Suor Faustina, 26 maggio 1938


sabato 18 ottobre 2014

Gesù Bambino

Durante la Messa di mezzanotte, nell’Ostia ho visto Gesù Bambino...
Benché fosse un bambinetto, la Sua maestà è penetrata nella mia anima.
Mi ha colpito profondamente questo mistero: questo grande umiliarsi di Dio, questo Suo inconcepibile annientamento.

Diario di Suor Faustina
E' bellissimo leggere che la santa ha avuto modo, più e più volte di vedere Gesù Bambino, persino di tenerlo in braccio.

mercoledì 8 ottobre 2014

Mi stringo al cuore di Gesù

All'interno del Diario vi sono alcune frasi che sono capaci di suscitare la commozione di ciascuno, ma per i più diversi motivi.
E' proprio Gesù che parla a ciascuno di noi, toccando le corde del nostro cuore in maniera dedicata.
Ecco cosa dice Santa Faustina, ricordandomi le meravigliose sensazioni della conversione:
Mi stringo 
al cuore del Signore
come un lattante
al petto della madre.
Guardo alle cose con occhi diversi.
Santa Faustina
(Diario di Suor Faustina)

domenica 5 ottobre 2014

Dialogo fra Dio Misericordioso e l'anima che soffre

Questo dialogo, avvenuto tra Gesù e Suor Faustina, è quello che mi riguarda più da vicino... Lo lascio alla vostra lettura, ricordando che l'anima che soffre è la più vicina al cuore di Dio.
Dal Diario di Suor Faustina:
- Gesù: «O anima, ti vedo tanto sofferente, vedo che non hai nemmeno le forze per parlare con Me. Ecco che ti parlerò Io, o anima. Anche se le tue sofferenze fossero le più grandi, non perdere la serenità dello spirito e non lasciarti vincere dallo sconforto. Però dimmi, bambina Mia, chi ha osato ferire il tuo cuore? RaccontaMi tutto, raccontaMi tutto, sii sincera nel trattare con Me. SvelaMi tutte le ferite del tuo cuore, Io le guarirò e la tua sofferenza diverrà la fonte della tua santificazione». 
- L'anima: «Signore, le mie sofferenze sono così grandi, diverse e durano da così lungo tempo, che lo sconforto si è impadronito di me». 
- Gesù: «Bambina Mia, non bisogna lasciarsi prendere dallo sconforto. So che confidi in Me illimitatamente, so che conosci la Mia bontà e Misericordia, perciò potremmo parlare dettagliatamente di tutto ciò che ti pesa maggiormente sul cuore». 
- L'anima: «Sono tante e diverse le cose che ho, che non sodi che cosa parlare prima e come dire tutto questo». 

sabato 4 ottobre 2014

Parla alle anime di questa grande Misericordia

A volte, quando mi rapporto con altri, mi viene il sospetto di parlare troppo di Gesù, della Sua misericordia, dell'importanza della conversione. Non è vergogna - anche se talvolta gli sguardi interrogativi degli amici mi lasciano perplesso - ma una piccolissima tentazione di reticenza. Invece, addirittura la Santa Madre ci ricorda l'importanza dell'apostolato e di cogliere ogni opportuna occasione per farlo...
Dal Diario di Suor Faustina:
Il 23 marzo. La mattina, durante la meditazione, m'investì la presenza di Dio in maniera particolare, mentre riflettevo sulla grandezza incommensurabile di Dio e nello stesso tempo sul Suo abbassarsi fino ad una creatura. 
Ad un tratto vidi la Madonna che mi disse: «Oh, quanto è cara a Dio l'anima che segue fedelmente l'ispirazione della Sua grazia! Io ho dato al mondo il Salvatore e tu devi parlare al mondo della Sua grande Misericordia e preparare il mondo alla Sua seconda venuta.

venerdì 3 ottobre 2014

Gli ostacoli sono parte della volontà di Gesù

Tutti gli incespicamenti delle mie giornate, gli imprevisti, le seccature... tutto acquista un senso nella fede e nella massima fiducia in Gesù e nella Sua volontà.
Ancora e sempre, ecco le Sue parole, dissetanti per la nostra anima.
Dal Diario di Suor Faustina (22-3-1936):
Arrivata a Varsavia, entrai un momento nella piccola cappellina a ringraziare il Signore per aver fatto un buon viaggio. Inoltre Lo pregai di concedermi l'aiuto e le grazie per tutto ciò che qui mi attendeva, affidandomi in tutto alla Sua santa volontà. 
Udii queste parole: «Non temere nulla, tutti gli ostacoli servono a far realizzare la Mia volontà».