venerdì 28 luglio 2017

La Coroncina alla Divina Misericordia e la devozione alla Divina Misericordia ci salvano

La preghiera della Coroncina alla Divina Misericordia viene da Gesù che l'ha insegnata a Santa Suor Faustina, raccomandandole di diffonderla perché con essa si salvano le anime e si smuove la misericordia divina.
Alla preghiera sono collegate le importantissime promesse di Gesù.
Gesù ha raccomandato di recitare la coroncina nell'ora della propria morte, ossia le 3 del pomeriggio, che Lui stesso ha chiamato un'ora di grande misericordia per il mondo intero.
Dal Diario di Suor Faustina:
  1. In quell'ora non rifiuterò nulla all'anima che Mi prega per la Mia Passione.
  2. Recita continuamente la coroncina che ti ho insegnato. Chiunque la reciterà, otterrà tanta Misericordia nell'ora della morte. 
  3. Con questa coroncina otterrai qualsiasi grazia, se quello che chiedi è conforme alla Mia volontà. La Mia Misericordia avvolgerà in vita e specialmente nell'ora della morte le anime che reciteranno questa coroncina.
  4. I sacerdoti la raccomandino a chi vive nel peccato come una tavola di salvezza. Se verrà recitata accanto a un moribondo, Mi metterò fra il Padre e l'anima agonizzante non come giusto Giudice, ma come Salvatore Misericordioso.
  5. Chiunque reciterà la Coroncina alla Divina Misericordia otterrà tanta misericordia nell'ora della morte - cioè la grazia della conversione e la morte in stato di grazia - anche se si trattasse del peccatore più incallito e la recita una volta sola.
  6. Tutte le anime che adoreranno la Mia Misericordia e reciteranno la Coroncina nell'ora della morte non avranno paura. La Mia Misericordia li proteggerà in quell'ultima lotta.
  7. Oh! che grandi grazie concederò alle anime che reciteranno questa coroncina: le viscere della Mia Misericordia s'inteneriscono per coloro che recitano la coroncina.
  8. Figlia Mia, esorta le anime a recitare la coroncina che ti ho dato. Per la recita di questa coroncina Mi piace concedere tutto ciò che Mi chiederanno. Se la reciteranno peccatori incalliti, colmerò di pace la loro anima, e l'ora della loro morte sarà serena. 
Alle promesse per chi recita la Coroncina, si affiancano quelle che Gesù ha fatto e che sono riservate a chi è devoto al culto alla Divina Misericordia:

  1. L’anima che venererà quest’immagine non perirà (l’immagine di Gesù Misericordioso). Io, il Signore, la proteggerò con i raggi del Mio Cuore. Beato chi vive alla loro ombra, poiché la mano della Giustizia Divina non la raggiungerà! 
  2. Proteggerò le anime che diffonderanno il culto alla Mia Misericordia, per tutta la loro vita; nell’ora della loro morte, poi, non sarò Giudice ma Salvatore. 
  3. Nell'ora della morte difenderò come Mia gloria ogni anima che reciterà questa coroncina, oppure altri la reciteranno vicino ad un agonizzante, ed otterranno per l'agonizzante lo stesso perdono. Quando vicino ad un agonizzante viene recitata questa coroncina, si placa l'ira di Dio e l'imperscrutabile Misericordia avvolge l’anima… 
  4. Desidero che tutto il mondo conosca la Mia Misericordia. Desidero concedere grazie inimmaginabili alle anime che hanno fiducia nella Mia Misericordia. 
  5. Quanto più grande è la miseria degli uomini, tanto maggior diritto hanno alla Mia Misericordia perché desidero salvarli tutti. 
  6. La Sorgente di questa Misericordia è stata aperta dal colpo di lancia sulla Croce. 
  7. L’umanità non troverà né tranquillità né pace finché non si rivolgerà con piena fiducia a Me. 
  8. Scrivi queste parole, figlia Mia, parla al mondo della Mia Misericordia. Che conosca tutta l'umanità la Mia insondabile Misericordia. Questo è un segno per gli ultimi tempi, dopo i quali arriverà il giorno della giustizia. Fintanto che c’è tempo ricorrano alla Sorgente della Mia Misericordia, approfittino del Sangue e Acqua scaturiti per loro. 
  9. Figlia Mia, scrivi queste parole: «Tutte le anime che adoreranno la Mia Misericordia e ne diffonderanno il culto, esortando altre anime alla fiducia nella Mia Misericordia, queste anime nell'ora della morte non avranno paura. La Mia Misericordia le proteggerà in quell'ultima lotta... 
  10. Scrivi questo per le anime afflitte: quando l'anima vede e riconosce la gravità dei suoi peccati, quando si svela ai suoi occhi tutto l'abisso di miseria in cui è precipitata, non si disperi, ma si getti con fiducia nelle braccia della Mia Misericordia, come un bambino fra le braccia della madre teneramente amata. Queste anime hanno la precedenza nel Mio Cuore compassionevole, esse hanno la precedenza nella Mia Misericordia. Proclama che nessun'anima, che ha invocato la Mia Misericordia, è rimasta delusa né confusa. Ho una predilezione particolare per l'anima che ha fiducia nella Mia bontà. Scrivi che quando verrà recitata la coroncina vicino agli agonizzanti, Mi metterò fra il Padre e l'anima agonizzante non come giusto Giudice, ma come Salvatore misericordioso». 
  11. Nessun’anima troverà giustificazione finché non si rivolgerà con fiducia alla Mia Misericordia e perciò la prima Domenica dopo Pasqua dev'essere la festa della Misericordia ed i sacerdoti in quel giorno debbono parlare alle anime della Mia grande ed insondabile Misericordia. Ti nomino dispensatrice della Mia Misericordia. Dì al confessore che quest'immagine deve venire esposta in chiesa e non nel convento dentro la clausura. Attraverso questa immagine concederò molte grazie alle anime, perciò ogni anima deve poter accedere ad essa. 
  12. Io do all’umanità un vaso con il quale potrà attingere le grazie alla Sorgente della Misericordia. Questo vaso è l’immagine con l’iscrizione: “Gesù, confido in Te!”.

Nessun commento:

Posta un commento