venerdì 7 marzo 2014

La Quaresima

“La Quaresima. Quando m'immergo nella Passione del Signore, spesso durante l'adorazione vedo Gesù sotto questo aspetto: dopo la flagellazione i carnefici presero il Signore e Gli tolsero la veste, che si era già attaccata alle Piaghe. Mentre gliela toglievano le Sue Piaghe si riaprirono. Poi buttarono addosso al Signore un mantello rosso, sporco e stracciato, sulle Piaghe aperte. Quel mantello arrivava alle ginocchia solo in alcuni punti. Poi ordinarono al Signore di sedersi su un pezzo di trave, mentre veniva intrecciata una corona di spine, con la quale cinsero la sacra Testa. Gli venne messa una canna in mano e ridevano di Lui, facendoGli inchini come ad un re. Gli sputavano in faccia ed altri prendevano la canna e Gliela battevano in Testa ed altri ancora Gli procuravano dolore dandoGli pugni, altri Gli coprivano il Volto e lo schiaffeggiavano. Gesù sopportò in silenzio. Chi può comprenderlo? Chi può comprendere il Suo dolore? Gesù aveva gli occhi rivolti a terra. Sentivo quello che avveniva allora nel Cuore dolcissimo di Gesù. Ogni anima rifletta su quello che ha sofferto Gesù in quei momenti. Facevano a gara per schernire il Signore. Riflettei per conoscere da che cosa potesse derivare tanta malignità nell'uomo. E purtroppo questa deriva dal peccato. Si erano incontrati l'Amore ed il peccato.”

Diario di Suor Faustina

L'umanità non troverà pace finché non si rivolgerà con fiducia alla Mia Misericordia

Quante volte ci siamo chiesti il perché di tante cose sbagliate nel mondo, di tanto male, di tanta ingiustizia, di tanta miseria, di tante infedeltà, di tanti soprusi...
Quante volte Gesù ci ha dato la Sua risposta con la Sua stessa parola, nel Vangelo...
Eppure troppo pochi sono quelli disposti ad ascoltare Gesù, a fidarsi di Lui. E' il piccolo gregge che ci è stato annunciato.
Tutti gli altri continuano a vivere come se Dio non esistesse, come se Gesù non avesse redento il mondo con il Suo sacrificio, inchiodato ad una croce.
Ed ecco che Gesù, ancora una volta, ci mette in guardia con le bellissime parole di amore che ha rivolto, per noi, a Suor Faustina:

«L'umanità non troverà pace finché non si rivolgerà con fiducia alla Mia Misericordia».

Non negherò nulla all'anima che Mi prega in nome della Mia Passione

Ricordiamoci sempre queste parole di Gesù. Esse ci dimostrano che Gesù Misericordioso non ci chiede cose straordinarie, ma di partecipare ad esse con la nostra povertà.
Apriamo i cuori! Quaresima, tempo di conversione.

«Non negherò nulla all'anima che Mi prega in nome della Mia Passione. Un'ora di meditazione sulla Mia dolorosa Passione ha un merito maggiore di un anno intero di flagellazioni a sangue».

Gesù a Suor Faustina (Diario)


Le spine mi trafiggono i piedi

«O Cristo, per Te le delizie e l'onore e la gloria e per me la sofferenza. Non m'attarderò nemmeno di un passo nel seguirTi, benché le spine mi trafiggano i piedi».

Diario di Suor Faustina