lunedì 29 gennaio 2018

Benedire Gesù sempre e comunque

Dio può comportarsi con me come Gli piace e io Lo benedirò per ogni cosa.
Santa Faustina, Diario


domenica 28 gennaio 2018

Signore non allontanarTi da me

Fa’ di me
quello che Ti piace;
sono pronta a tutto.
Ma Tu,
Signore,
non allontanarTi
da me
nemmeno
un istante.
Santa Faustina
Diario (Q. II, 529)

domenica 21 gennaio 2018

Una sola parola...

Una parola sola di un’anima unita strettamente a Te procura alle altre un bene assai maggiore di quanto non lo facciano i grandi discorsi ed i sermoni di un’anima imperfetta.
Diario di Suor Faustina


giovedì 18 gennaio 2018

L'anima veramente unita a Dio

Comprendo bene ora che ciò che unisce nel modo più stretto un'anima a Dio è il rinnegamento di sé, cioè l'unione della nostra volontà alla volontà di Dio.
Diario di Suor Faustina

domenica 14 gennaio 2018

Preghiera per gli ammalati

Quando una persona che ci è cara vive la dimensione della malattia, capita che ci troviamo ad arrancare e, talvolta, a non sapere che fare per migliorare la condizione degli amati.
Eppure, la preghiera è la forma più potente di carità e di amore perché lascia a Gesù di agire secondo la Sua volontà e secondo il vero e ultimo nostro bene.
Santa Faustina ci aiuta con una preghiera particolare per gli ammalati:
Gesù, il Tuo Sangue
puro e sano
circoli nel mio organismo malato,
ed il Tuo Corpo puro e sano
trasformi il mio corpo malato
e pulsi in me una vita
sana e forte,
se è la Tua Santa Volontà.

Suor Faustina Diario

lunedì 8 gennaio 2018

Tu, Gesù, sei la mia luce

Naviga la barca della mia vita, fra il buio e le ombre della notte, e non vedo nessun approdo: sono in balia del mare profondo.
La più piccola tempesta potrebbe affondarmi sprofondando la mia barca nel vortice delle onde, se non vegliassi su di me, Tu stesso, o Dio, in ogni momento della mia vita, in ogni istante.
In mezzo al rumoroso frastuono delle onde navigo tranquillamente con fiducia, e guardo avanti senza timore come un bimbo poiché Tu, Gesù, sei la mia luce.
Tutto intorno orrore e spavento, ma la mia pace è più profonda della tempesta del mare, perché chi è con Te, Signore, non perisce.
Me lo assicura il Tuo amore divino.
Benché all’intorno sia pieno di pericoli, non li temo perché guardo il cielo stellato e navigo con coraggio ed in letizia come conviene a un cuore puro.
Ma soprattutto, unicamente perché sei Tu, o Dio, il mio timoniere, la barca della mia vita naviga così serenamente.
Lo riconosco nella più profonda umiltà.

lunedì 1 gennaio 2018

Salve, anno nuovo!

Diario di Suor Faustina, 1 gennaio 1938:
Salve, anno nuovo, in cui la mia perfezione verrà rifinita.
Ti ringrazio in anticipo, Signore, per tutto quello che mi manderà la Tua benevolenza. 
Ti ringrazio per il calice delle sofferenze, dal quale berrò ogni giorno. Non ridurre la sua amarezza, Signore, ma rafforza le mie labbra, affinché assaporando l'amarezza io sappia sorridere per amor Tuo, o mio Maestro. 
Ti ringrazio per tutte le consolazioni e le grazie che non sono in grado di enumerare, che ogni giorno scendono su di me silenziose ed invisibili, come la rugiada del mattino, in modo che nessun occhio di qualche creatura curiosa possa scorgerle, ma che conosciamo soltanto Tu e io, o Signore. 
Per tutto questo Ti ringrazio fin d'ora, poiché nel momento in cui mi porgerai il calice, forse il mio cuore non sarà in grado di ringraziarTi.