venerdì 2 novembre 2018

Commemorazione dei defunti

2 novembre 1936.
Verso sera dopo i vespri andai al cimitero, pregai un momento e all'improvviso vidi una delle nostre suore che mi disse: «Siamo nella cappella»
Compresi che dovevo andare nella cappella e pregare li per acquistare le indulgenze. 
Il giorno dopo, durante la santa Messa, vidi tre colombe bianche che si alzavano in volo dall'altare verso il cielo. 
Mi fu dato di comprendere che non solo quelle tre care anime, che avevo visto, erano andate in paradiso, ma molte altre che non erano morte nel nostro istituto. 
Oh, quanto è buono e misericordioso il Signore!

I defunti e la giustizia di Dio

Diario di Suor Faustina, 1 novembre 1937.
Oggi dopo i vespri c'è stata la processione al cimitero. 
Io non ho potuto andarci perché ero di servizio in portineria, ma questo non mi ha affatto impedito di pregare per quelle care anime. 
Quando la processione dal cimitero è tornata in cappella, la mia anima ha avvertito la presenza di molte anime. 
Ho compreso la grande giustizia di Dio e come ognuno debba pagare fino all'ultimo centesimo.