mercoledì 1 maggio 2019

I voti perpetui

1 Maggio 1933.
L'unione con Gesù nel giorno dei voti perpetui. 
O Gesù, il Tuo Cuore è da oggi mia proprietà, ed il mio cuore è Tua proprietà esclusiva. Il semplice ricordo del Tuo Nome, o Gesù, è una delizia per il mio cuore. In verità non potrei vivere nemmeno un istante senza di Te, o Gesù! Oggi la mia anima è annegata in Te, come nell'unico suo tesoro. il mio amore non conosce impedimenti nel dare dimostrazioni d'attaccamento al suo Diletto. 
Parole di Gesù durante la funzione dei voti perpetui: «Mia Sposa, i nostri cuori sono uniti per l'eternità. Ricordati a chi sei impegnata...». 
Non è possibile riferire tutto!

Non lasciarsi travolgere dalla frenesia del lavoro

Nella festa di San Giuseppe Lavoratore, in cui si ricorda il lavoro, ecco qualcosa che dovrebbe riguardarci tutti, sia quelli che hanno il lavoro che quelli che rischiano di perderlo, sia quelli che - a volte con disperazione - ancora lo cercano.
"Non lasciarsi travolgere dalla frenesia del lavoro; interrompere un momento per guardare verso il cielo."
Diario di Suor Faustina
Sia Gesù Misericordioso, commosso da quel nostro sguardo, a disporre come meglio crede per i nostri bisogni di lavoro, di lavoro stabile.