sabato 22 settembre 2018

Ho orrore del più piccolo peccato

In questi tempi in cui la Misericordia di Gesù ha davvero tanto da fare, è opportuno spendere almeno un minuto per ricordarci che Essa, l'attributo più alto di Dio, non è un gioiello da acquistare per sempre e indossare all'occorrenza. Gesù è Misericordioso, ma il Suo perdono di qualunque peccato, anche quello più nero, avviene attraverso la Sua Grazia a condizione che vi sia il pentimento delle persone. Altrimenti, è bene saperlo, il destino è quello di percorrere ad alta velocità l'autostrada per l'inferno.
Niente illusioni, dunque. Non dobbiamo pensare di accogliere le parole che si sentono sulla Misericordia nel senso che a noi vien comodo... Ci dobbiamo veramente impegnare nel cambiamento di vita, dobbiamo desiderare di amare Gesù e da questo amore deriverà l'amore per il nostro prossimo.
Sono tempi di grande confusione, lo capisco benissimo, e la fede è grandemente sotto attacco da chi la vuole banalizzare e ridurre a nulla, riducendo a nulla il concetto di peccato, l'esistenza del diavolo e persino la Misericordia di Gesù.
Leggiamo insieme cosa ha detto Gesù a Suor Faustina in uno dei brani più toccanti dell'intero Diario:

«Scrivi: sono tre volte santo ed ho orrore del più piccolo peccato. Non posso amare un’anima macchiata dal peccato, ma quando si pente, la Mia generosità non ha limiti verso di lei. La Mia Misericordia l’abbraccia e la perdona. Con la Mia Misericordia inseguo i peccatori su tutte le loro strade ed il Mio Cuore gioisce quando essi ritornano da Me. Dimentico le amarezze con le quali hanno abbeverato il Mio Cuore e sono lieto per il loro ritorno. Dì ai peccatori che nessuno sfuggirà alle Mie mani. Se fuggono davanti al Mio Cuore misericordioso, cadranno nelle mani della Mia giustizia.
Dì ai peccatori che li attendo sempre, sto in ascolto del battito del loro cuore per sapere quando batterà per Me. Scrivi che parlo loro con i rimorsi di coscienza, con gli insuccessi e le sofferenze, con le tempeste ed i fulmini; parlo con la voce della Chiesa, e, se rendono vane tutte le Mie grazie, comincio ad adirarMi contro di essi, abbandonandoli a se stessi e dò loro quello che desiderano».

Nessun commento:

Posta un commento