martedì 31 dicembre 2019

Un anno ricco di grazie

30 dicembre 1936.
Finisce l'anno. 
Oggi ho fatto il ritiro spirituale mensile. Il mio spirito si è concentrato sui benefici elargitimi dal Signore nel corso di tutto l'anno. 
La mia anima ha tremato alla vista dell'enorme quantità di grazie che Dio mi ha concesso. È sgorgato dalla mia anima un inno di ringraziamento a Dio. Per un'ora intera mi sono immersa nell'adorazione e nei ringraziamento, considerando i singoli benefici di Dio ed anche le mie piccole manchevolezze.Tutto ciò che quest'anno ha racchiuso in sé, è andato nell'abisso dell'eternità. Nulla si perde. Sono contenta che non si perda nulla.
Diario di Suor Faustina

domenica 29 dicembre 2019

Una piccola, silenziosa dimora per Gesù

Desidero essere una piccola, silenziosa dimora dove Gesù possa riposarsi. Non farò entrare nulla che possa svegliare il mio Diletto.
Diario di Suor Faustina
(Q. III,1021)


mercoledì 25 dicembre 2019

O grande, ineffabile Iddio

O grande, ineffabile Iddio che Ti sei degnato di abbassarti tanto, a Te rendo umilmente gloria e Ti supplico perché Ti degni di salvarmi.
Diario di Suor Faustina


domenica 22 dicembre 2019

Gesù Bambino

Ho visto il Bambino Gesù vicino al mio inginocchiatoio. Sembrava avere circa un anno, e mi ha chiesto di prenderlo tra le braccia. Quando l’ho preso in braccio, si è stretto al mio petto e ha detto: “È bello per me stare vicino al tuo cuore, perché voglio insegnarti l’infanzia spirituale. Voglio che tu sia molto piccola, perché quando sei piccola ti porto vicino al mio Cuore, come tu ora mi stai stringendo al tuo”.
Diario di Suor Faustina

domenica 15 dicembre 2019

L'Avvento

Trascorrerò questo Avvento secondo le indicazioni datemi dalla Madonna: nella mitezza e nell'umiltà.
Diario di Suor Faustina


sabato 14 dicembre 2019

Grazie, o Signore, per la santa confessione

Ogni giorno di ritardo dalla confessione cresce la sensazione che l'eterno nemico mi abbia accompagnato lontano da Gesù attraverso i peccati, piccoli e grandi, ispirati da lui stesso che non si rassegna. Ma non è una sensazione, è la realtà.
Quando arriva l'assoluzione, l'anima piange di gioia.
Dal Diario di Suor Faustina:
Grazie, o Signore, per la santa confessione,
Per questa sorgente di grande, inesauribile Misericordia,
Per questa fonte inconcepibile di grazie,
In cui le anime macchiate dal peccato tornano candide.


Suor Faustina

domenica 8 dicembre 2019

L'Immacolata parla a Suor Faustina

8 dicembre 1937.
Con grande fervore mi sono preparata a celebrare la festa dell'Immacolata Concezione della Madre di Dio. Ho vigilato maggiormente sul raccoglimento dello spirito ed ho meditato su questo Suo privilegio esclusivo. Per questo il mio cuore si è immerso tutto in Lei, ringraziando Iddio per aver concesso a Maria questo grande privilegio. Non mi sono preparata soltanto con la novena comune, che fa assieme tutta la comunità, ma mi sono impegnata anche personalmente per salutarLa mille volte al giorno, recitando ogni giorno per nove giorni mille Ave Maria in Suo onore.
È già la terza volta che faccio una novena del genere alla Madonna, quella che consiste nella recita di mille Ave Maria al giorno, cioè novemila Ave Maria per tutta la novena. Sebbene l'abbia fatta già tre volte in vita mia, cioè due volte che avevo un incarico e non sono venuta meno in nulla ai miei doveri, compiendoli con la massima esattezza e l'ho fatta al di fuori del tempo degli esercizi di pietà, cioè nè durante la santa Messa né durante la benedizione ho recitato quelle Ave Maria ed un'altra volta ho fatto tale novena che ero ricoverata in ospedale.

sabato 7 dicembre 2019

Novemila Ave Maria per l'Immacolata

Un amore senza confini per la Madonna. Ecco come è possibile spiegare le parole di Suor Faustina che seguono:
Con grande fervore mi sono preparata a celebrare la festa dell'Immacolata Concezione della Madre di Dio. Ho vigilato maggiormente sul raccoglimento dello spirito ed ho meditato su questo Suo privilegio esclusivo. Per questo il mio cuore si è immerso tutto in Lei, ringraziando Iddio per aver concesso a Maria questo grande privilegio. Non mi sono preparata soltanto con la novena comune, che fa assieme tutta la comunità, ma mi sono impegnata anche personalmente per salutarLa mille volte al giorno, recitando ogni giorno per nove giorni mille Ave Maria in Suo onore. 
È già la terza volta che faccio una novena del genere alla Madonna, quella che consiste nella recita di mille Ave Maria al giorno, cioè novemila Ave Maria per tutta la novena. Sebbene l'abbia fatta già tre volte in vita mia, cioè due volte che avevo un incarico e non sono venuta meno in nulla ai miei doveri, compiendoli con la massima esattezza e l'ho fatta al di fuori del tempo degli esercizi di pietà, cioè nè durante la santa Messa né durante la benedizione ho recitato quelle Ave Maria ed un'altra volta ho fatto tale novena che ero ricoverata in ospedale. Per chi realmente vuole, nulla è difficile. Al di fuori della ricreazione pregavo e lavoravo, in quei giorni non dicevo neppure una parola che non fosse assolutamente necessaria. Debbo riconoscere che questa cosa richiede parecchia attenzione e sforzo, ma per onorare l'Immacolata non c'è nulla di troppo.
Diario di Suor Faustina

La novena delle mille Ave Maria

Con grande fervore mi sono preparata a celebrare la festa dell'Immacolata Concezione della Madre di Dio. Ho vigilato maggiormente sul raccoglimento dello spirito ed ho meditato su questo Suo privilegio esclusivo. Per questo il mio cuore si è immerso tutto in Lei, ringraziando Iddio per aver concesso a Maria questo grande privilegio.
Non mi sono preparata soltanto con la novena comune, che fa assieme tutta la comunità, ma mi sono impegnata anche personalmente per salutarLa mille volte al giorno, recitando ogni giorno per nove giorni mille Ave Maria in Suo onore.
È già la terza volta che faccio una novena del genere alla Madonna, quella che consiste nella recita di mille Ave Maria al giorno, cioè novemila Ave Maria per tutta la novena.

venerdì 6 dicembre 2019

La bellezza dell'obbedienza

Come è bello vivere nell'obbedienza, vivere nella consapevolezza che tutto quello che faccio è gradito al Signore.
Diario di Suor Faustina


mercoledì 4 dicembre 2019

Assomigliare a Gesù

Maggiori sono le sofferenze, tanto più mi rendo conto di assomigliare a Gesù.
Diario di Suor Faustina
(Q. V, 1394)