giovedì 31 dicembre 2020

Un anno ricco di grazie

Finisce l'anno. 
Oggi ho fatto il ritiro spirituale mensile. Il mio spirito si è concentrato sui benefici elargitimi dal Signore nel corso di tutto l'anno. 
La mia anima ha tremato alla vista dell'enorme quantità di grazie che Dio mi ha concesso. È sgorgato dalla mia anima un inno di ringraziamento a Dio. Per un'ora intera mi sono immersa nell'adorazione e nei ringraziamento, considerando i singoli benefici di Dio ed anche le mie piccole manchevolezze.Tutto ciò che quest'anno ha racchiuso in sé, è andato nell'abisso dell'eternità. Nulla si perde. Sono contenta che non si perda nulla.
30 dicembre 1936.
Diario di Suor Faustina

mercoledì 30 dicembre 2020

Se un’anima ama sinceramente Dio, nulla è in grado di vincolarne la vita interiore

Ecco una grandissima lezione per me che ad ogni confessione settimanale sono dispiaciuto di dover confessare che nel lavoro non riesco a restare fuori da certe questioni che finiscono per tirare anche me dentro il fango più sporco, lordando l'anima...
Dal Diario di Suor Faustina:
Se un’anima ama sinceramente Dio ed è unita a Lui interiormente, benché all’esterno viva in condizioni difficili, nulla è in grado di vincolarne la vita interiore. 
Anche in mezzo alla corruzione, può essere pura ed intatta, poiché il grande amore di Dio le dà la forza per la lotta e Dio stesso difende in modo particolare, anche in maniera miracolosa, l’anima che Lo ama sinceramente.

lunedì 28 dicembre 2020

Una piccola, silenziosa dimora per Gesù

Desidero essere una piccola, silenziosa dimora dove Gesù possa riposarsi. Non farò entrare nulla che possa svegliare il mio Diletto.
Diario di Suor Faustina
(Q. III,1021)


sabato 26 dicembre 2020

Suor Faustina vede Gesù Bambino

Diario di Suor Faustina, 25 dicembre 1934.
Messa di Mezzanotte. Appena uscì la santa Messa, il raccoglimento interiore si impadronì di me, la gioia inondò la mia anima. Durante l’offertorio vidi Gesù sull’altare; era di una bellezza incomparabile. 
Il Bambinello per tutto il tempo guardò verso tutti, tendendo le manine.
Quando ci fu l’elevazione il Bambinello non guardò verso la cappella, ma verso il cielo; dopo l’elevazione si rivolse di nuovo verso di noi, ma per poco tempo, poiché come al solito venne spezzato e mangiato dal sacerdote. La fascia l’aveva bianca. 
Il giorno dopo vidi la stessa cosa e lo stesso vidi il terzo giorno. E’ difficile esprimere la gioia che avevo nell’anima. 
Questa visione si ripetè durante tre sante Messe, esattamente come nelle prime.

venerdì 25 dicembre 2020

O grande, ineffabile Iddio

O grande, ineffabile Iddio che Ti sei degnato di abbassarti tanto, a Te rendo umilmente gloria e Ti supplico perché Ti degni di salvarmi.
Diario di Suor Faustina


giovedì 24 dicembre 2020

Ti attendo Signore

Arriva il Natale ed io, io mi sento così.
Dal Diario di Suor Faustina:
L’anima attende la venuta del Signore.
Non so, Signore, a che ora verrai, Perciò vigilo continuamente e sto in ascolto, Come sposa da Te prescelta; Poiché so che Ti piace giungere non visto, Ma un cuore puro, Signore, Ti sente da lontano. Ti attendo, Signore, nella quiete e nel silenzio, Con una grande nostalgia nel cuore, con un desiderio insopprimibile. Sento che il mio amore per Te diventa un fuoco E come una fiamma, alla fine della vita, s'innalza verso il cielo. Allora si realizzeranno tutti i miei desideri. Vieni ormai, mio dolcissimo Signore, E porta il mio cuore assetato, Là con Te nelle regioni eccelse dei cieli, Dove dura in eterno la Tua vita. La vita sulla terra è un'agonia continua, Mentre il mio cuore sente d'esser creato per grandi altezze E non l'attirano i bassipiani di questa vita, Poiché la mia patria è il cielo. Questa è la mia fede incrollabile.

sabato 19 dicembre 2020

L'anima più abbandonata

C‘è mai stata un‘anima così abbandonata come Te, o Gesù, sulla croce?
Diario di Suor Faustina
(Q. II, 533)


martedì 15 dicembre 2020

Assomigliare a Gesù

Maggiori sono le sofferenze, tanto più mi rendo conto di assomigliare a Gesù.
Diario di Suor Faustina
(Q. V, 1394)


giovedì 10 dicembre 2020

La necessità della preghiera

Con la preghiera l’anima si prepara ad affrontare qualsiasi battaglia. In qualunque condizione si trovi un’anima, deve pregare.
Deve pregare l’anima pura e bella, poiché diversamente perderebbe la sua bellezza. 
Deve pregare l’anima che tende alla purezza, altrimenti non vi giungerà. 
Deve pregare l’anima che si è appena convertita, diversamente cadrebbe di nuovo. 
Deve pregare l’anima peccatrice, immersa nei peccati, per poter risorgere. 
E non c’è anima, che non abbia il dovere di pregare, poiché ogni grazia arriva tramite la preghiera. Ricordo che la luce l’ho ricevuta in massima parte durante l’adorazione di mezz’ora, che facevo ogni giorno durante tutta la Quaresima, stando distesa a forma di croce davanti al Santissimo Sacramento.
Diario di Suor Faustina

giovedì 26 novembre 2020

Sostienimi nei giorni della lotta

O mio Gesù,
sostienimi quando
vengono le giornate
pesanti e nuvolose,
i giorni delle prove
e della lotta.
Santa Faustina
Diario, Q. III, 1065

domenica 15 novembre 2020

Parlano di tutto, ma non di Te, o Gesù

La mia stanzetta isolata [in ospedale, ndr] è vicina ad una sala dove ci sono gli uomini. Non sapevo che gli uomini fossero così chiacchieroni; dal mattino fino a notte fonda continuano a parlare di svariati argomenti. Nella sala delle donne c’è molto più silenzio. Si fa sempre questa accusa alle donne; io però ho avuto modo di convincermi del contrario.
Difficile per me concentrarmi nella preghiera in mezzo a quelle risate e a quelle spiritosaggini. Non mi danno alcun disturbo solo quando la grazia di Dio prende totalmente possesso di me, poiché allora non so quello che avvenga attorno a me. 
O Gesù mio, questa gente quanto poco parla di Te! Parlano di tutto, ma non di Te, o Gesù. E se parlano poco, certamente non Ti pensano affatto. Si occupano del mondo intero, ma su di Te, o Creatore, il silenzio. È triste per me, o Gesù, vedere questa grande indifferenza e ingratitudine da parte delle Tue creature. O mio Gesù, desidero amarTi per loro e ricompensarTi col mio amore.

Diario di Suor Faustina

domenica 8 novembre 2020

Allontanati dai mormoratori come dalla peste

Gesù,
aiutami.
Sostienimi nella lotta.
Che non sia io
scandalo per altri.
Amen.

Dal Diario di Suor Faustina:
«Allontanati dai mormoratori come dalla peste.»
Gesù a Suor Faustina


mercoledì 4 novembre 2020

Tu sei la Mia figlia più cara

Ecco cosa si prova quando l'anima è nella grazia di Gesù, quando il Suo amore occupa tutto il nostro cuore e il viso resta in un sorriso perenne e incomprensibile dall'esterno.
Esattamente ciò che ho provato ieri durante la Santa Messa. Un momento bellissimo.
Impegniamoci perché Gesù possa pensare di noi quel che ha pensato di Santa Faustina.
Dal Diario di Suor Faustina:
In quell'istante la luce divina penetrò in me: mi sentii proprietà esclusiva di Dio e sperimentai la massima libertà di spirito, di cui prima non avevo nemmeno l'idea; in quello stesso istante vidi la gloria della Divina Misericordia e folle innumerevoli di anime che esaltavano la Sua bontà.
Tutta la mia anima s'immerse in Dio e sentii queste parole: «Tu sei la Mia figlia più cara». 
La viva presenza di Dio durò per tutta la giornata.

sabato 31 ottobre 2020

La gioia del paradiso e dei santi

Dal Diario di Suor Faustina:
Durante la meditazione il Signore mi ha fatto conoscere la gioia del paradiso e dei santi, che gioiscono per il nostro arrivo. 
Amano Dio come l'unico oggetto del loro amore, ma amano anche noi teneramente e sinceramente; su tutti discende la gioia dal Volto di Dio, poiché Lo vediamo faccia a faccia. Quel Volto è così dolce che l'anima cade continuamente in estasi. 
È il Signore stesso che mi spinge a scrivere le preghiere e gli inni sulla Sua Misericordia e questi atti di adorazione premono sulle mie labbra. 
Ho notato che le espressioni in onore della Misericordia di Dio si presentano alla mia mente già formulate.

mercoledì 28 ottobre 2020

Le anime che somigliano a Me nella sofferenza saranno simili a Me nella gloria

A volte capita di buttarci giù per via delle prove della vita. Raramente riusciamo a comprenderne la portata e l'importanza agli occhi di Gesù Misericordioso. Quasi mai ci impegniamo ad accoglierle pensando a quanto ha sofferto Gesù per noi e a quanto le prove sono una grande occasione per stringerci a Lui.
Dal Diario di Suor Faustina.
Attorno alla croce di Gesù vidi una schiera di anime crocifisse alla stessa sua maniera.
Un'altra schiera d'anime che non erano inchiodate sulla croce, la stringevano però con tutta forza nelle loro mani. 
Una terza schiera portava una croce e se la trascinava dietro con scontento. 
Gesù mi spiegò: «Le anime che somigliano a Me nella sofferenza saranno simili a Me nella gloria; le altre che Mi assomigliano di meno avranno una minore somiglianza con Me nella mia gloria. Nella tua meditazione, rifletti su questa visione che hai avuto».

mercoledì 21 ottobre 2020

Tu, che conosci i battiti del mio cuore

Lumi ricevuti nella meditazione del mattino: qualsiasi cosa farai con me, o Gesù, io Ti amerò sempre, poiché sono Tua.
Mi è del tutto indifferente se mi lasci qui, oppure mi mandi altrove, sono sempre Tua.
Mi sottometto con amore ai Tuoi sapientissimi giudizi, o Dio, e la Tua volontà, o Signore, è il mio cibo quotidiano. 
Tu, che conosci i battiti del mio cuore, sai che esso palpita esclusivamente per Te, o mio Gesù.

domenica 18 ottobre 2020

sabato 17 ottobre 2020

Ho orrore del più piccolo peccato

«Scrivi: sono tre volte santo ed ho orrore del più piccolo peccato. Non posso amare un’anima macchiata dal peccato, ma quando si pente, la Mia generosità non ha limiti verso di lei. La Mia Misericordia l’abbraccia e la perdona. Con la Mia Misericordia inseguo i peccatori su tutte le loro strade ed il Mio Cuore gioisce quando essi ritornano da Me. Dimentico le amarezze con le quali hanno abbeverato il Mio Cuore e sono lieto per il loro ritorno. Dì ai peccatori che nessuno sfuggirà alle Mie mani. Se fuggono davanti al Mio Cuore misericordioso, cadranno nelle mani della Mia giustizia.
Dì ai peccatori che li attendo sempre, sto in ascolto del battito del loro cuore per sapere quando batterà per Me. Scrivi che parlo loro con i rimorsi di coscienza, con gli insuccessi e le sofferenze, con le tempeste ed i fulmini; parlo con la voce della Chiesa, e, se rendono vane tutte le Mie grazie, comincio ad adirarMi contro di essi, abbandonandoli a se stessi e dò loro quello che desiderano».

venerdì 16 ottobre 2020

Dio abita in me ed io vivo in Lui!

E per quanto riguarda la mia anima, lo dico in una parola: Dio abita in me ed io vivo in Lui!
Pradnik, 24 marzo 1937
Lettera di Suor Faustina a Don Michele Sopocko


sabato 10 ottobre 2020

Il lascito finale di Suor Faustina

Le ultime parole contenute nel Diario di Suor Faustina, sono il suo particolare lascito per noi, un vero invito alla conversione ed alla fiducia in Gesù Misericordioso.
Dal Diario di Suor Faustina:
La Tua grazia, che discende su di me dal Tuo Cuore misericordioso, mi fortifichi per la lotta e le sofferenze, in modo che Ti rimanga fedele. E benché io sia tutta miseria, non ho paura di Te, poiché conosco bene la Tua Misericordia. Nulla potrà allontanarmi da Te, o Dio, poiché tutto è più piccolo delle conoscenze che ho di Te, lo vedo chiaramente.
Qui termina il sesto ed ultimo quaderno delle annotazioni di suor Faustina Kowalska, religiosa professa con voti perpetui della Congregazione delle Suore della Beata Vergine Maria della Misericordia.

giovedì 8 ottobre 2020

La fedele sottomissione alla volontà di Gesù

Dedicato specialmente a chi è nella prova. 
Dal Diario di Suor Faustina:
La fedele sottomissione sempre e ovunque alla volontà di Dio, in tutti i casi e le circostanze della vita, rende a Dio una grande gloria. 
Tale sottomissione alla volontà di Dio, ai Suoi occhi ha un valore maggiore di lunghi digiuni e mortificazioni e delle più rigide penitenze. 
Oh, quanto grande è la ricompensa per un solo atto di amorevole sottomissione alla volontà di Dio!

giovedì 1 ottobre 2020

Le colpe involontarie non impediscono l'amore di Gesù verso di noi

Per non deragliare verso il cruccio o lo scrupolo eccessivi, ancora una volta interviene Gesù che parla a Suor Faustina con la Sua solita chiarezza che non lascia spazio se non al Suo infinito amore.
Dal Diario di Suor Faustina:
Durante l'adorazione, nel corso delle funzione delle «Quarant'ore», il Signore mi ha detto: «Figlia Mia, scrivi che le colpe involontarie delle anime non impediscono il Mio amore verso di esse, né Mi sono d'ostacolo nell'unirMi ad esse, invece le colpe anche le più piccole, ma volontarie, ostacolano le Mie grazie e non posso colmare tali anime dei Miei doni».

mercoledì 30 settembre 2020

Proteggerò le anime che diffonderanno il culto alla Mia Misericordia

C'é una speciale promessa che ha fatto Gesù Misericordioso e che riguarda tutti quelli che diffondono il culto alla Divina Misericordia.
La promessa è questa: "Proteggerò le anime che diffonderanno il culto alla Mia Misericordia, per tutta la loro vita; nell’ora della loro morte, poi, non sarò Giudice ma Salvatore."
Gesù chiede a tutti noi di parlare della Sua misericordia e ci promette che ci salverà!
Possiamo desiderare di meglio?


domenica 20 settembre 2020

La Santa Comunione cancella i piccoli peccati

Quando viene il cappellano con Gesù, ci sono dei momenti in cui mi investe una vivissima presenza di Dio ed il Signore mi fa conoscere la Sua santità, ed allora vedo anche il più piccolo pulviscolo nella mia anima e prima di ogni Santa Comunione desidererei purificarla.
L'ho chiesto al confessore e mi ha risposto che non è necessario confessarsi prima di ogni santa Comunione. 
Tali minuzie le cancella la Santa Comunione ed è una tentazione pensare a confessarsi al momento di ricevere l'Eucaristia.
Diario di Suor Faustina

sabato 19 settembre 2020

Un posticino silenzioso per il Cuore di Gesù

Debbo impegnarmi perché nel mio intimo ci sia un posticino silenzioso per il Cuore di Gesù.
Diario di Suor Faustina
(Q. I, 275)


venerdì 11 settembre 2020

Mai soli, mai senza protezione

Perché hai paura?
Pensi forse che Mi manchi l’onnipotenza
e non possa venirti in aiuto?
Gesù a Suor Faustina, Diario (Q. II, 527)


martedì 8 settembre 2020

Vivere in conformità al divino volere

Gesù mi fece conoscere quanto gli sia cara un'anima che vive in conformità al divino volere. 
Con ciò, tributa a Dio la più grande gloria. 
La tristezza non abiterà mai in una persona, che ama la divina volontà.
Santa Faustina
Diario

sabato 29 agosto 2020

La possibilità di fare del bene

Giorni di lavoro e di grigiore, per me non siete affatto grigi, poiché ogni momento mi procura nuove grazie e la possibilità di fare del bene.
Santa Suor Faustina
Diario


giovedì 27 agosto 2020

Il battesimo di Suor Faustina, 27 agosto 1905

27 agosto 1905: il battesimo di Suor Faustina
Il battesimo è stato impartito a Świnice, il 27 agosto 1905, all’una del pomeriggio. È venuto Stanisław Kowalski, agricoltore, 40 anni, da Głogowiec, nella presenza di Franciszek Bednarek, 35 anni e Józef Stasiak, 40 anni, ambedue agricoltori da Głogowiec ed hanno presentato una bambina neonata, dal paese Głogowiec, nata il 25 agosto di quest’anno, alle ore 8.00 di mattina, da sua moglie, Marianna da Babel, 30 anni. La bambina è stata chiamata Elena al santo battesimo, fatto oggi, ed i suoi madrina e padrino sono stati: Konstanty Bednarek e Marianna Szewczyk. 

domenica 23 agosto 2020

Gesù chiede l'omelia sulla Divina Misericordia

Il 3 aprile 1937 Gesù ha espressamente chiesto a Suor Faustina che esprimesse il Suo desiderio che nel giorno da Lui scelto per la Festa della Divina Misericordia, Don Sopocko facesse un'omelia proprio sulla Misericordia.
La richiesta di Gesù, diretta e precisa, era rivolta a Don Sopocko, ma resta scritta nel Diario affinché tutta la Chiesa e tutti i sacerdoti ne tengano ben conto. 
Eppure questo non accade. 
Perciò è importantissimo che ciascuno di noi si faccia piccolo portavoce del desiderio di Gesù, ricordalo ed esprimendolo ai sacerdoti che conosciamo. Tutti hanno diritto di sapere che Gesù è infinitamente misericordioso, ma che dopo la misericordia arriva la giustizia.
Dal Diario di Suor Faustina (3 aprile 1937): Oggi il Signore mi ha detto: “Dì al reverendo professore che desidero che nella festa della Mia Misericordia faccia la predica sulla Mia insondabile Misericordia”.

venerdì 7 agosto 2020

Amo l'anima che crede nella Mia bontà senza incertezze

Quando una persona, anche disperata, confida in Gesù, è come se consegnasse a Lui, nostro Salvatore e Padre, le chiavi della propria anima, accettando di farsi guidare nelle scelte della vita. Questo è uno dei momenti in cui opera Gesù Misericordioso in noi. Dobbiamo ricercare questi momenti, fidarci completamente di Gesù, affidarci a Lui.
Dal Diario di Suor Faustina:
Non capisco come si possa mancare di fiducia nell'Onnipotente. Con lui tutto è possibile, senza di lui nulla. Egli mi dice molto spesso: «Non mi piace che ti abbandoni a inutili paure. Chi potrà nuocerti, dal momento che tu sei con me? Io amo l'anima che crede nella mia bontà senza incertezze. Posso fidarmi di lei a mia propria volta e le concedo tutto ciò che chiede».

giovedì 6 agosto 2020

L'importanza della preghiera per i confessori

Una cosa però ho anche capito, cioè che devo pregare molto per il confessore affinché lo illumini lo spirito di Dio.
Quando mi confesso senza prima aver pregato per lui, egli mi capisce poco.
Santa Faustina (Diario)


martedì 28 luglio 2020

L'amore di Gesù in questa vita e in quella futura

Mentre andavo sulla veranda entrai un momento in cappella. Il mio cuore s'immerse in una profonda preghiera di adorazione, glorificando l'inconcepibile bontà di Dio e la Sua Misericordia. Tutto ad un tratto udii nell'anima queste parole:
«Sono e sarò tale per te quale dici nel lodarMi. Sperimenterai la Mia bontà fin da questa vita e in quella futura la godrai in tutta la sua pienezza».
O Cristo, la mia delizia più grande sta nel vedere che sei amato, che risuona il tuo onore e la tua gloria e specialmente il culto della Tua Misericordia. O Cristo, fino all'ultimo istante della vita non cesserò di glorificare la Tua bontà e Misericordia. Con ogni goccia del mio sangue, con ogni battito del mio cuore esalterò la Tua Misericordia. Desidero trasformarmi tutta in un inno di adorazione per Te. Quando mi troverò già sul letto di morte, l'ultimo battito del mio cuore sia un inno di amore e di glorificazione della Tua insondabile Misericordia.
Diario di Suor Faustina

domenica 26 luglio 2020

Come accostarci al sacramento della penitenza

Un nuovo preziosissimo insegnamento di Gesù nelle Sue stesse parole a Suor Faustina.
Diario di Suor Faustina, 26 maggio 1938.
Oggi il Signore mi ha istruito nuovamente sul modo di accostarmi al Sacramento della penitenza: «Figlia Mia, come ti prepari alla Mia presenza, così ti confessi davanti a Me, Mi copro semplicemente dietro il sacerdote. Non analizzare mai quale è quel sacerdote dietro cui Mi nascondo e svelati nella confessione come fai davanti a Me e io colmerò la tua anima della Mia luce».

venerdì 24 luglio 2020

Le consolazioni divine

Mentre avevo la mente che si arruffava dietro questioni molto terrene, che si doleva di certe amare considerazioni, di quelle che a volte ci tormentano in profondità, si era fatto tardi ed era proprio ora di mettersi a letto per un sonno ristoratore. Invece, mentre decidevo ciò, un pensiero si era infilato nei meccanismi della mia testa... il bisogno di leggere qualche pagina del Diario. Era un bisogno insopprimibile, assolutamente forte.
Mi è bastato leggere le prime righe per capire che era Gesù che desiderava parlarmi. Ecco che cosa ho trovato sotto i miei occhi:
Conobbi che ogni anima vorrebbe le consolazioni divine, ma non rinuncia per nessun motivo alle consolazioni umane, e purtroppo le due cose non sono assolutamente conciliabili fra di loro.
Suor Faustina (Diario, Vigilia di Natale 1937)

lunedì 20 luglio 2020

Questi sono i tesori delle grazie che riverso sulle anime

Rividi Gesù issato sulla croce.
Dalla ferita del suo cuore, uscivano unitamente allo splendore dei due raggi, cascate di perle preziose e di diamanti. 
Molte anime raccoglievano quei doni. Le più vicine a lui ne raccoglievano in sovrabbondanza non solo per se stesse, ma anche per gli altri. 
Gesù mi disse: «Questi sono i tesori delle grazie che riverso sulle anime. Non tutte ne sanno approfittare in ugual modo. Figlia mia, riproduci la mia misericordia nel tuo cuore, affinché tu che l'annunci a tutto il mondo ne arda tu stessa per prima. È la tua missione conquistarmi delle anime con la preghiera e con il sacrificio, convincendole a fidarsi totalmente della mia misericordia».

sabato 18 luglio 2020

O Gesù, amico dei cuori oppressi

O Gesù, amico dei cuori
oppressi dalla solitudine,
Tu sei il mio rifugio.
Tu sei la mia pace.
Tu sei l' unica mia salvezza.
Tu sei la quiete
nei momenti della lotta
e nel mare dei dubbi.
Diario di Suor Faustina


giovedì 9 luglio 2020

Dal nulla hai chiamato all'esistenza il genere umano

O Dio, Tu nella Tua Misericordia Ti sei degnato di chiamare dal nulla all'esistenza il genere umano e lo hai generosamente dotato della natura e della grazia.
Diario di Suor Faustina


domenica 5 luglio 2020

Anime che anziché correggersi affondano di più

Anime che anziché correggersi affondano di più. Ecco la realtà che accomuna moltissimi umani in questa valle di lacrime: il richiamo di Gesù a cambiare e l'assenza di iniziativa per farlo realmente. Un circolo vizioso che Gesù ci descrive per metterci in guardia.
Diario, 26 maggio 1938:
Povere anime, che non sentono le Mie parole, restano vuote nel loro intimo, non Mi cercano all'interno del proprio cuore, ma nei pettegolezzi, dove Io non ci sono mai. 
Sentono il loro vuoto, ma non riconoscono la propria colpa e le anime nelle quali Io regno totalmente costituiscono per loro un continuo rimorso di coscienza. 
Esse invece di correggersi, hanno il cuore che si gonfia d'invidia, ma se non si ravvedono, affondano di più.
Gesù a Suor Faustina

domenica 28 giugno 2020

L'Apostolato della Divina Misericordia

Nel Diario di suor Faustina si parla anche della questione della cosiddetta "nuova congregazione". Da una prima lettura degli scritti di Santa Faustina si potrebbe dedurre che Gesù le ha chiesto la fondazione di una congregazione, a cui ha affidato il compito di proclamare e chiedere la misericordia di Dio per il mondo intero. Un'analisi più profonda dei testi porta invece alla conclusione che non si tratta qui di una nuova congregazione, ma di un grande gruppo di apostolato nello spirito della devozione alla Divina Misericordia, apostoli che debbono svolgere i compiti prima menzionati nel momento attuale della storia della Chiesa e del mondo.
Bisogna sottolineare che Gesù neanche una volta ha usato la definizione "nuova congregazione". A suor Faustina diceva: "tu e le tue compagne", "tale congregazione" oppure "questa congregazione". 

sabato 27 giugno 2020

La chiamata di Gesù Misericordioso

Fin dall'età di sette anni avvertii la suprema chiamata di Dio, la grazia della vocazione alla vita religiosa. A sette anni intesi per la prima volta la voce di Dio nella mia anima, cioè la chiamata ad una vita più perfetta, ma non sempre ubbidii alla voce della grazia. Non incontrai nessuno che mi chiarisse queste cose.
Diciottesimo anno di vita; insistente richiesta ai genitori del permesso di entrare in convento; rifiuto categorico dei genitori. Dopo tale rifiuto mi diedi alle vanità della vita, non rivolgendo alcuna attenzione alla voce della grazia, sebbene l'anima mia non trovasse soddisfazione in nulla. 
Il richiamo continuo della grazia era per me un gran tormento, però cercavo di soffocarlo con i passatempi. Evitavo d'incontrarmi con Dio intimamente e con tutta l'anima mi rivolgevo verso le creature. Ma fu la grazia di Dio ad avere il sopravvento nella mia anima. 
Una volta ero andata ad un ballo con una delle mie sorelle. Quando tutti si divertivano moltissimo, l'anima mia cominciò a provare intimi tormenti. Al momento in cui cominciai a ballare, scorsi improvvisamente Gesù accanto a me, Gesù flagellato, spogliato delle vesti, tutto coperto di ferite, che mi disse queste parole: «Quanto tempo ancora ti dovrò sopportare? Fino a quando mi ingannerai?»

martedì 23 giugno 2020

L'ora della Divina Misericordia

Nell'ottobre 1937 a Cracovia, in circostanze non meglio descritte da suor Faustina, Gesù ha raccomandalo di venerare l'ora della sua morte: «Ogni volta che senti l'orologio battere le tre, ricordali di immergerti tutta nella Mia misericordia, adorandola ed esaltandola; invoca la sua onnipotenza per il mondo intero e specialmente per i poveri peccatori, poiché fu in quell'ora che venne spalancala per ogni anima».
Gesù disse ancora: «Figlia Mia, in quell'ora cerca di fare la Via Crucis, se i tuoi impegni lo permettono, e se non puoi fare la Via Crucis, entra almeno per un Momento in cappella ed onora il Mio Cuore che nel SS.mo Sacramento è pieno di misericordia. E se non puoi andare in cappella, raccogliti in preghiera almeno per un breve momento là dove ti trovi».

sabato 20 giugno 2020

Gesù si lamenta delle anime dei religiosi e dei sacerdoti

Mentre stavo per terminare la Via Crucis, il Signore cominciò a lamentarsi delle anime dei religiosi e dei sacerdoti, perché queste anime elette mancano di amore.
«Permetterò che vengano distrutti i conventi e le chiese». 
Risposi: «Ma, Gesù, tante anime nei conventi Ti lodano». 
Il Signore rispose: «Questa lode ferisce il Mio Cuore, poiché l’amore è stato bandito dai conventi. Anime senza amore e senza spirito di sacrificio, anime piene di egoismo e d'amor proprio, anime superbe e presuntuose, anime piene di perfidia e d'ipocrisia, anime tiepide che hanno appena quel tanto di calore per mantenersi in vita esse stesse. Il Mio Cuore questo non lo può sopportare.

domenica 14 giugno 2020

Ecco cosa significa mettere Gesù al centro della nostra vita

Quando le prove della vita paiono volerci abbattere, ecco che ci viene in soccorso Gesù, attraverso le parole di Suor Faustina. Ecco cosa significa mettere Gesù al centro della nostra vita!
Dal Diario di Suor Faustina:
28 gennaio 1938.
Accetterò quindi tutto quello che Iddio mi manderà con sottomissione e gratitudine, non badando alla voce della natura né ai suggerimenti dell'amor proprio. 
Prima di iniziare un azione di una certa importanza rifletterò un momento, per vedere che rapporto ha con la vita eterna, qual è il motivo principale per cui viene intrapresa, se la gloria di Dio, se un qualche vantaggio per la mia anima od il bene di altre anime.

sabato 13 giugno 2020

Conti troppo su te stessa e ti appoggi troppo poco su di Me

Ogni volta che mi confesso ho un certo dispiacere nel constatare che i peccati che commetto sono sostanzialmente gli stessi. Nonostante l'impegno che ci metto, cado continuamente. Qualche volta riesco meglio di qualche altra, ma ho quasi la sensazione del fallimento, del non riuscire a progredire, specialmente nell'amore per Gesù che è alla base di tutto.
Dal Diario di Suor Faustina:
Gesù: «Mi sono graditi i tuoi sforzi, o anima che tendi alla perfezione, ma perché ti vedo così spesso triste ed abbattuta? Dimmi, bambina Mia, che significa questa tristezza e quale ne è la causa?»

domenica 7 giugno 2020

Suor Faustina fa esperienza della Santissima Trinità

Un certo momento la presenza di Dio penetrò in tutto il mio essere.
La mia mente venne singolarmente illuminata in modo da conoscere la Sua Essenza; Dio mi fece conoscere la Sua vita interiore. 
Vidi in ispirito le Tre Persone Divine, ma la loro Essenza è unica. Egli è Solo, Uno, Unico, ma in Tre Persone, ognuna delle quali non è più piccola né più grande; non c'è fra Loro differenza né in bellezza né in santità, poiché sono Uno. 
Uno, sono assolutamente Uno. 
Il Suo amore mi ha portato a questa conoscenza e mi ha unito a Sé. Quando ero unita con una, ero unita anche con la seconda e con la terza, poiché quando ci uniamo con una, per ciò stesso ci uniamo anche con le altre due Persone, così come lo siamo con una. 
Una è la Loro volontà, Uno Dio, benché Trino nelle Persone.

sabato 23 maggio 2020

Medita la Mia dolorosa passione

«Sono poche le anime che meditano sulla Mia Passione con vero sentimento. Alle anime che meditano devotamente sulla Mia Passione concedo il maggior numero di grazie».
Diario di Suor Faustina
Avere spesso nella mente la dolorosa passione di Gesù è un qualcosa che ci viene raccomandato da Gesù stesso. Un paio di anni fa - subito dopo la conversione - mi rimbombava in testa questo concetto, espresso a più riprese nel Diario di Suor Faustina, senza capire a fondo cosa significasse.
Quella stessa sera, nel corso di una chiacchierata familiare, una carissima amica mi parlò della Beata Anna Caterina Emmerick... ma al riguardo della vita di Maria, la Madre di Gesù. Incuriosito, quella stessa sera frugai nel web alla ricerca di informazioni sulla Beata, scoprendo che su ispirazione divina ha assistito in spirito alla passione di Gesù!

venerdì 22 maggio 2020

La nostra lotta di ogni giorno

Nel seguente brano del Diario di Suor Faustina non ho faticato a ritrovare me nei panni dell'anima di cui parla la santa... Me al bivio che ogni giorno, dall'alba al tramonto, incontro davanti, nella mia strada.
Diario di Suor Faustina, 22 marzo 1937:
Oggi, parlando con una persona ho compreso che era un'anima che soffriva molto, sebbene esteriormente si desse l'aria di chi non soffre affatto ed è contenta. Ed ho avuto l'ispirazione di dirle che quello che la tormentava era una tentazione. Non appena le ho rivelato ciò che la tormentava, è scoppiata a piangere forte e mi ha detto che era venuta da me proprio per parlarne, perché sentiva che ne avrebbe
ricavato sollievo. La sua sofferenza consisteva nel fatto che quell'anima da una parte era attratta dalla grazia di Dio, e dall'altra dal mondo. Stava attraversando una lotta terribile, tanto che si è messa a piangere come un bambino. È ripartita tranquillizzata e calma.

giovedì 21 maggio 2020

Nessuna cosa avviene senza che Dio l'abbia voluta

Non esistono parole sufficienti ad esprimere cosa prova un'anima che si rende conto di essere amata da Gesù.
Come Gesù ama noi, Suoi figli, nessuno è capace di farlo!
Ancora una volta, grazie Gesù; confido in Te.
Dal Diario di Suor Faustina:
O Gesù, desidero vivere nel momento attuale come se fosse l'ultimo della mia vita. 
Desidero farlo servire alla tua gloria. 
Desidero che esso sia per me un guadagno. 
Desidero guardare ogni momento dal punto di vista della mia certezza che nessuna cosa avviene senza che Dio l'abbia voluta.