venerdì 31 luglio 2020

La bontà di Gesù

O mio Gesù,
la Tua bontà supera ogni intelligenza
e nessuno esaurirà mai la Tua misericordia.
Diario di Suor Faustina


martedì 28 luglio 2020

L'amore di Gesù in questa vita e in quella futura

Mentre andavo sulla veranda entrai un momento in cappella. Il mio cuore s'immerse in una profonda preghiera di adorazione, glorificando l'inconcepibile bontà di Dio e la Sua Misericordia. Tutto ad un tratto udii nell'anima queste parole:
«Sono e sarò tale per te quale dici nel lodarMi. Sperimenterai la Mia bontà fin da questa vita e in quella futura la godrai in tutta la sua pienezza».
O Cristo, la mia delizia più grande sta nel vedere che sei amato, che risuona il tuo onore e la tua gloria e specialmente il culto della Tua Misericordia. O Cristo, fino all'ultimo istante della vita non cesserò di glorificare la Tua bontà e Misericordia. Con ogni goccia del mio sangue, con ogni battito del mio cuore esalterò la Tua Misericordia. Desidero trasformarmi tutta in un inno di adorazione per Te. Quando mi troverò già sul letto di morte, l'ultimo battito del mio cuore sia un inno di amore e di glorificazione della Tua insondabile Misericordia.
Diario di Suor Faustina

domenica 26 luglio 2020

Come accostarci al sacramento della penitenza

Un nuovo preziosissimo insegnamento di Gesù nelle Sue stesse parole a Suor Faustina.
Diario di Suor Faustina, 26 maggio 1938.
Oggi il Signore mi ha istruito nuovamente sul modo di accostarmi al Sacramento della penitenza: «Figlia Mia, come ti prepari alla Mia presenza, così ti confessi davanti a Me, Mi copro semplicemente dietro il sacerdote. Non analizzare mai quale è quel sacerdote dietro cui Mi nascondo e svelati nella confessione come fai davanti a Me e io colmerò la tua anima della Mia luce».

venerdì 24 luglio 2020

Le consolazioni divine

Mentre avevo la mente che si arruffava dietro questioni molto terrene, che si doleva di certe amare considerazioni, di quelle che a volte ci tormentano in profondità, si era fatto tardi ed era proprio ora di mettersi a letto per un sonno ristoratore. Invece, mentre decidevo ciò, un pensiero si era infilato nei meccanismi della mia testa... il bisogno di leggere qualche pagina del Diario. Era un bisogno insopprimibile, assolutamente forte.
Mi è bastato leggere le prime righe per capire che era Gesù che desiderava parlarmi. Ecco che cosa ho trovato sotto i miei occhi:
Conobbi che ogni anima vorrebbe le consolazioni divine, ma non rinuncia per nessun motivo alle consolazioni umane, e purtroppo le due cose non sono assolutamente conciliabili fra di loro.
Suor Faustina (Diario, Vigilia di Natale 1937)

mercoledì 22 luglio 2020

Se tu non Mi imbrigliassi le mani...

La forza, la potenza della preghiera, unico vero rimedio a disposizione dell'uomo, eppure così trascurata e talvolta dimenticata, messa da parte in favore dell'azione umana che le viene costantemente preferita.
Dal Diario di Suor Faustina:
Una volta, udii dentro di me queste parole: «Se tu non Mi imbrigliassi le mani, farei scendere molti castighi sulla terra. Perfino quando la tua bocca tace, tu gridi a Me con tanta forza che tutto il cielo si commuove. Non posso sfuggire alla tua preghiera, perché tu non Mi insegui come un essere lontano, ma Mi cerchi dentro di te dove realmente sono».

lunedì 20 luglio 2020

Questi sono i tesori delle grazie che riverso sulle anime

Rividi Gesù issato sulla croce.
Dalla ferita del suo cuore, uscivano unitamente allo splendore dei due raggi, cascate di perle preziose e di diamanti. 
Molte anime raccoglievano quei doni. Le più vicine a lui ne raccoglievano in sovrabbondanza non solo per se stesse, ma anche per gli altri. 
Gesù mi disse: «Questi sono i tesori delle grazie che riverso sulle anime. Non tutte ne sanno approfittare in ugual modo. Figlia mia, riproduci la mia misericordia nel tuo cuore, affinché tu che l'annunci a tutto il mondo ne arda tu stessa per prima. È la tua missione conquistarmi delle anime con la preghiera e con il sacrificio, convincendole a fidarsi totalmente della mia misericordia».

sabato 18 luglio 2020

O Gesù, amico dei cuori oppressi

O Gesù, amico dei cuori
oppressi dalla solitudine,
Tu sei il mio rifugio.
Tu sei la mia pace.
Tu sei l' unica mia salvezza.
Tu sei la quiete
nei momenti della lotta
e nel mare dei dubbi.
Diario di Suor Faustina


giovedì 16 luglio 2020

Per prendere le grazie non hanno tempo

Oggi vi propongo un bellissimo e piccolissimo brano del Diario in cui Gesù parla al nostro cuore e lo fa per lamentarsi del fatto che nelle nostre vite, così piene di dolori e prove, raramente troviamo il tempo per andare da Lui a implorare le Sue grazie che, pure, ci occorrono per sostenere le prove e guadagnare la Vita Eterna...
Il Mio Cuore è ripagato solo con ingratitudine e trascuratezza da parte delle anime che vivono nel mondo. Hanno tempo per ogni cosa; per venire da Me a prendere le grazie non hanno tempo.
Gesù a Suor Faustina
(Diario)

mercoledì 15 luglio 2020

Se in quel cuore c'è già qualcun altro...

Ecco un nuovo insegnamento di Gesù che riguarda strettamente il nostro rapporto con Lui.
Diario di Suor Faustina, 1 maggio 1938:
Questa sera Gesù mi ha detto: «Figlia Mia, ti manca per caso qualche cosa?» 
Ho risposto: «Amor mio, quando ho Te, ho tutto». 
E il Signore ha risposto: «Se le anime si affidassero completamente a Me, Io stesso Mi occuperei della loro santificazione e le colmerei di grazie ancora maggiori. Ci sono delle anime che rendono vani i Miei sforzi, ma non Mi indispongo; ogni volta che ritornano da Me, Mi affretto ad aiutarle coprendole con la Mia Misericordia e dò loro il primo posto nel Mio Cuore pietoso.

domenica 12 luglio 2020

Con questa preghiera a quel peccatore darò la grazia della conversione

Se il cuore è stretto nella morsa del dolore per causa di qualche persona a noi cara che si è persa dietro le cose del mondo, non disperiamo! E' Gesù a dirci di non disperare. Una sola preghiera può ottenere la conversione. Io lo faccio spesso, certo che se saprò pregare con vera fede, Gesù mi accontenterà.
Leggiamo insieme, dal Diario di Suor Faustina:
Gesù mi disse: «Desidero che tu conosca l'intensità della Mia misericordia, di cui arde verso le anime il Mio cuore. Quando, per qualche peccatore, reciterai con fede e contrizione la preghiera che sto per insegnarti, a quel peccatore darò la grazia della conversione. Ecco la breve preghiera che ti chiedo:
O sangue e acqua, che scaturisti dal cuore di Gesù come sorgente di misericordia per noi, confido in Te!»

sabato 11 luglio 2020

La paziente sottomissione alla volontà di Gesù è medicina di salvezza

Oggi, dopo una giornata di tensioni e di difficoltà, di tentazioni e di prove, di dispiaceri e malumori, mentre restavo tutto contrito, ho letto questo (e Gesù mi ha abbracciato):
30 gennaio 1937. Ritiro spirituale di un giorno.
Conosco sempre di più la grandezza di Dio e gioisco per Lui. Dimoro continuamente con Lui nel profondo del mio cuore. E nella mia anima che trovo Dio con la massima facilità.
Durante la meditazione udii queste parole: «Figlia Mia, con la paziente sottomissione alla Mia Volontà Mi dai la più grande gloria, e ti assicuri meriti così grandi, che non li potresti conseguire né con digiuni, né con mortificazioni di qualunque genere. Sappi, figlia Mia, che se sottoponi la tua volontà alla Mia, attiri su di te la Mia predilezione. Il tuo sacrificio Mi è gradito ed è pieno di dolcezza; trovo in esso il Mio compiacimento; esso è potente». 

giovedì 9 luglio 2020

Dal nulla hai chiamato all'esistenza il genere umano

O Dio, Tu nella Tua Misericordia Ti sei degnato di chiamare dal nulla all'esistenza il genere umano e lo hai generosamente dotato della natura e della grazia.
Diario di Suor Faustina


lunedì 6 luglio 2020

E' la grandezza dello sforzo che verrà premiata

Il breve ma intensissimo brano che segue contiene il segreto dell'amore di Gesù per noi, quello che dovrebbe sempre renderci sereni e certi che Gesù ci ama con una forza che non possiamo nemmeno immaginare, al punto da disinteressarsi del fatto che raggiungiamo o meno gli obiettivi che ci vengono ispirati dalla fede... A Gesù interessa solo il nostro impegno nell'amare. Quando uno è debole e malato, compie sforzi continui per arrivare a fare quello che tutti gli altri compiono normalmente.  Tuttavia, anche con questo «normale» non sempre si riesce a venirne a capo.
"Ti ringrazio però, Gesù, di tutto: non è la grandezza dell'opera, ma la grandezza dello sforzo che verrà premiata.  Ciò che viene fatto per amore, non è una piccola cosa, o mio Gesù, poiché il Tuo occhio vede tutto."
Santa Faustina

domenica 5 luglio 2020

Anime che anziché correggersi affondano di più

Anime che anziché correggersi affondano di più. Ecco la realtà che accomuna moltissimi umani in questa valle di lacrime: il richiamo di Gesù a cambiare e l'assenza di iniziativa per farlo realmente. Un circolo vizioso che Gesù ci descrive per metterci in guardia.
Diario, 26 maggio 1938:
Povere anime, che non sentono le Mie parole, restano vuote nel loro intimo, non Mi cercano all'interno del proprio cuore, ma nei pettegolezzi, dove Io non ci sono mai. 
Sentono il loro vuoto, ma non riconoscono la propria colpa e le anime nelle quali Io regno totalmente costituiscono per loro un continuo rimorso di coscienza. 
Esse invece di correggersi, hanno il cuore che si gonfia d'invidia, ma se non si ravvedono, affondano di più.
Gesù a Suor Faustina