martedì 29 maggio 2018

La strada per assomigliare a Gesù

Sofferenze, persecuzioni, oltraggi, disonore, 
per tutto questo 
la mia anima assomiglia a Gesù.
E maggiori sono le sofferenze,
tanto più mi rendo conto
di assomigliare a Gesù,
questa è la strada più sicura.
Se ci fosse stata una strada migliore,
Gesù me l’avrebbe indicata.
Diario di Suor Faustina

venerdì 25 maggio 2018

Parlano di tutto, ma non di Te, o Gesù

La mia stanzetta isolata [in ospedale, ndr] è vicina ad una sala dove ci sono gli uomini. Non sapevo che gli uomini fossero così chiacchieroni; dal mattino fino a notte fonda continuano a parlare di svariati argomenti. Nella sala delle donne c’è molto più silenzio. Si fa sempre questa accusa alle donne; io però ho avuto modo di convincermi del contrario.
Difficile per me concentrarmi nella preghiera in mezzo a quelle risate e a quelle spiritosaggini. Non mi danno alcun disturbo solo quando la grazia di Dio prende totalmente possesso di me, poiché allora non so quello che avvenga attorno a me. 
O Gesù mio, questa gente quanto poco parla di Te! Parlano di tutto, ma non di Te, o Gesù. E se parlano poco, certamente non Ti pensano affatto. Si occupano del mondo intero, ma su di Te, o Creatore, il silenzio. È triste per me, o Gesù, vedere questa grande indifferenza e ingratitudine da parte delle Tue creature. O mio Gesù, desidero amarTi per loro e ricompensarTi col mio amore.

Diario di Suor Faustina

mercoledì 23 maggio 2018

Nessuna cosa avviene senza che Dio l'abbia voluta

Non esistono parole sufficienti ad esprimere cosa prova un'anima che si rende conto di essere amata da Gesù.
Come Gesù ama noi, Suoi figli, nessuno è capace di farlo!
Ancora una volta, grazie Gesù; confido in Te.
Dal Diario di Suor Faustina:
O Gesù, desidero vivere nel momento attuale come se fosse l'ultimo della mia vita. 
Desidero farlo servire alla tua gloria. 
Desidero che esso sia per me un guadagno. 
Desidero guardare ogni momento dal punto di vista della mia certezza che nessuna cosa avviene senza che Dio l'abbia voluta.

sabato 19 maggio 2018

Preparazione della Pentecoste con Gesù Misericordioso

Essere guidati direttamente da Gesù per gli esercizi spirituali in attesa della Pentecoste. Ecco il dono di Gesù Misericordioso a Santa Faustina.
Dal Diario di Suor Faustina (maggio 1938):
Oggi il Signore mi ha detto: «Prima della discesa dello Spirito Santo farai tre giorni di esercizi spirituali. Ti guiderò Io stesso. Non ti atterrai a nessuna regola in vigore negli esercizi spirituali, né userai libri di meditazione. Devi concentrarti sulle Mie parole. Per lettura spirituale leggerai un capitolo del Vangelo di San Giovanni».

Il soffio dello Spirito Santo

L'anima innamorata di Gesù, cerca e vede Dio in ogni cosa. Trova conforto in Dio nel dare senso ad ogni cosa e ad ogni evento. Sopratutto... si lascia guidare dallo Spirito Santo! Ed è Pentecoste.
Leggiamo insieme un bellissimo brano del Diario di Suor Faustina, veramente pieno d'amore.
Dal Diario di Suor Faustina:
Un'anima nobile e delicata può essere anche la più semplice, ma di sentimenti delicati; una tale anima cerca di vedere Iddio in ogni cosa. Lo trova ovunque, riesce a trovare Iddio anche nelle cose più insignificanti. 
Tutto per lei ha un significato. Apprezza grandemente tutto. Ringrazia Dio per ogni cosa. Da ogni cosa ricava profitto e rivolge a Dio ogni lode. Confida in Lui e non s'impressiona quando viene il tempo della prova. 
Essa sa che Iddio è sempre il migliore dei padri e tiene poco conto delle considerazioni umane. 
Segue fedelmente anche il più piccolo soffio dello Spirito Santo; gioisce per questo Ospite spirituale e si aggrappa a Lui come un bimbo alla madre. 
Dove le altre anime s'arrestano e si spaventano, essa va avanti senza paura e senza difficoltà.

giovedì 17 maggio 2018

Ti ringrazio, Gesù, per la Santa Comunione

L'amore per Gesù Eucaristia è senza fine per Suor Faustina. Come altri santi, anche lei traeva grazia e forza senza limiti dal ricevere Gesù Eucaristia.
Gesù dammi la forza di comprendere pienamente il dono dell'Eucaristia.
Dal Diario di Suor Faustina:
Ti ringrazio, Gesù, per la Santa Comunione.
Nella quale ci doni Te stesso.
Sento il Tuo Cuore battere nel mio petto.
Mentre Tu stesso sviluppi in me la vita divina.


domenica 13 maggio 2018

La malattia, l'amicizia dell'uomo e quella di Dio

Oggi vi propongo delle bellissime considerazioni di Suor Faustina sull'amicizia umana e su quella di Dio. Sono parole molto forti, ma impregnate di carità. Anche da queste si evidenzia la santità di Suor Faustina. Leggiamo insieme queste parole e consideriamole con speranza e amore per Gesù.
Dal Diario di Suor Faustina (21-1-1938):
Gesù, sarebbe veramente tremendo soffrire se non ci fossi Tu, ma proprio Tu, o Gesù disteso in croce, mi dai forza e sei sempre accanto all'anima che soffre.
Le creature abbandonano l'uomo che soffre, ma Tu, Signore, sei fedele.
Capita spesso durante la malattia come con Giobbe nell'Antico Testamento. 
Finché uno cammina e lavora, va tutto bene e liscio, ma se Dio manda una malattia, gli amici cominciano a diminuire. Però ci sono. S'interessano dei nostri patimenti e così via; ma se Iddio ci manda una lunga malattia, poco alla volta cominciano ad abbandonarci anche questi amici fedeli.

giovedì 10 maggio 2018

Se i peccatori conoscessero la Mia misericordia!

Quando si parla di diavoli e di inferno, molto spesso si finisce per mostrarsi increduli. Persino tra sedicenti cattolici!
Questo fatto di non credere all'esistenza del diavolo e dell'inferno quale luogo di perdizione eterna delle anime corrotte è uno dei capolavori di satana. Nell'incredulità generale - su cui talvolta soffiano anche alcuni pastori - il demonio opera indisturbato, addormentando la coscienza.
Ecco, tra le molte riflessioni della santa, una frase di Gesù molto, molto chiarificatrice.
Dal Diario di Suor Faustina:
Mi disse Gesù: "Se i peccatori conoscessero la Mia misericordia, non perirebbero in così grande numero."

martedì 8 maggio 2018

Non temo l'abbandono delle creature

Ecco una grande lezione per me, sempre così pronto a soffrire - e tanto - per le distrazioni delle persone a cui voglio un gran bene.
Il vero bene, l'amore di Gesù, è l'unico da ricercare, l'unico che appaga.
Dal Diario di Suor Faustina (18 marzo 1937):
Non temo il momento dell'abbandono da parte delle creature, poiché, anche se mi abbandonassero tutti, non sarei sola perché il Signore è con me, e anche se il Signore si nascondesse, l'amore Lo ritroverebbe. Per l'amore non ci sono nè porte nè guardie; nemmeno l'oculato Cherubino con la spada dì fuoco riesce a trattenere l'amore. Esso si fa strada attraverso le foreste e le distese infuocate, sotto le tempeste, i fulmini e nelle tenebre e giunge alla sorgente dalla quale è uscito e là rimane per l'eternità. Tutto finisce, ma l'amore non finisce mai.

mercoledì 2 maggio 2018

Il fioretto della mitezza

Il fioretto che depongo ai piedi della Madonna per il mese di maggio è quello di esercitarmi nella mitezza.
Diario di Suor Faustina