sabato 31 marzo 2018

Pasqua 1938

Pasqua. Durante la santa Messa ho ringraziato il Signore Gesù per essersi degnato di redimerci e per il dono più grande, perché si è degnato di darci il Suo amore nella santa Comunione, cioé Se stesso. In quello stesso momento venni attratta nel seno della Santissima Trinità e fui immersa nell'amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. 
È difficile descrivere questi momenti. 
In quel momento pregai il Signore per una certa persona ed il Signore mi rispose: 
«Quell'anima Mi è particolarmente cara». 
Me ne rallegrai enormemente. La felicità delle altre anime mi riempie di una nuova gioia e quando scorgo in qualche anima dei doni superiori, il mio cuore s'innalza verso il Signore con una nuova adorazione.
Diario di Suor Faustina, 1938

Ringrazio molto Iddio di tutto

Sabato santo. 27 marzo1937.
Oggi sono ritornata da Pradnik dopo circa quattro mesi di cure. Ringrazio molto Iddio di tutto. Ho utilizzato ogni momento per lodare Dio. Quando sono entrata in cappella per un momento, ho conosciuto quanto dovrò soffrire e combattere per questa causa. O Gesù, mio sostegno, solo Tu puoi aiutarmi, dammi forza.
Diario di Suor Faustina

venerdì 30 marzo 2018

Il film completo sulla vita di Suor Faustina

Con grandissimo piacere, dopo averlo visto due volte (e altre seguiranno), desidero presentarvi il film completo sulla vita di Suor Faustina.
E' una produzione televisiva polacca, interamente sottotitolata in lingua italiana in maniera tale da essere godibile da noi tutti.
Il film riporta alcune parti essenziali della vita di Suor Faustina, concentrandosi sui capitoli principali: la chiamata, il fortissimo legame con Gesù Misericordioso, i rapporti con le madri superiore e le altre suore, la conoscenza con Don Michele Sopocko (suo confessore), l'estrema umiltà.
Ovviamente, in poco più di un'ora e dieci minuti non è stato possibile essere esaustivi, ma posso garantirvi che la visione di questo film può rivelarsi molto importante per il nostro cammino di conversione.

Venerdì Santo

Il Venerdì Santo, alle tre del pomeriggio, quando entrai in cappella, udii queste parole:
«Desidero che quell'immagine venga pubblicamente venerata»
e subito vidi Gesù che agonizzava sulla croce fra atroci tormenti e dal Cuore di Gesù uscirono gli stessi due raggi che ci sono in quell'immagine.


giovedì 29 marzo 2018

Giovedì Santo

Giovedi Santo. 1934.
Gesù mi ha detto: «Desidero che tu faccia l'offerta di te stessa per i peccatori, e specialmente per quelle anime che hanno perso la speranza nella divina Misericordia».



Ti darò una piccola parte della Mia Passione

Giovedì Santo. 25 Marzo 1937.
Durante la santa Messa ho visto il Signore, che mi ha detto: «Posa il tuo capo sul Mio petto e riposati». Il Signore mi strinse al Suo Cuore e disse: «Ti darò una piccola parte della Mia Passione, ma non temere, sii forte; non cercare sollievo, e accerta tutto sottomettendoti alla Mia volontà»
Mentre il Signore se ne andava, un dolore così acuto mi strinse l'anima, che non è possibile esprimerlo. Mi vennero a mancare le forze fisiche, uscii presto dalla cappella e mi coricai. Dimenticai quello che avveniva intorno a me, l'anima mia anelava al Signore e tutta l'amarezza del Suo Cuore divino si comunicò a me. Ciò durò circa tre ore. 
Pregai il Signore perché mi preservasse dalla vista di quanti mi stavano attorno. 
Benché lo volessi, non potei prendere alcun cibo per tutto il giorno fino alla sera. Desideravo ardentemente passare tutta la notte nel fondo della prigione oscura, assieme a Gesù. Ho pregato fino alle undici.

venerdì 23 marzo 2018

Sopporta tutto con umiltà

Più e più volte la Madonna è apparsa a Suor Faustina per guidarla nel suo cammino spirituale e persino nelle cose pratiche della vita di ogni giorno.
Nel Diario sono annotate tutte le occasioni in cui ci fu un intervento diretto della Santa Madre.
Alcuni sono veramente toccanti.
Tra questi, vi propongo oggi il seguente:
Dal Diario di Suor Faustina:
Sappi, figlia Mia, che sebbene Io sia stata innalzata alla dignità di Madre di Dio, sette spade dolorose mi hanno trafitto il cuore. Non far nulla a tua difesa; sopporta tutto con umiltà. Dio stesso prenderà le tue difese.
La Madonna a Santa Faustina

domenica 18 marzo 2018

Se non mi sostenessi Tu...

L'importanza assoluta di frequentare la messa anche nel corso della settimana è racchiusa nell'evidenza delle parole di Santa Faustina che ha ben compreso la forza incommensurabile di Gesù racchiuso nell'Ostia.
Diario di Suor Faustina (Q. VI, 1620):
O Gesù Ostia,
se non mi sostenessi Tu,
non saprei resistere sulla croce,
non riuscirei a sopportare tante sofferenze.

sabato 17 marzo 2018

Le preghiere non si perdono mai

Oggi ho pregato con fervore il Signore Gesù [per una certa intenzione], perché si degni di togliere quella piccola croce [...].
Il Signore mi ha risposto: 
«Le tue preghiere sono state accolte per altre intenzioni e quella piccola croce non posso toglierla finché non ne comprenderanno il significato». 
Io però non cessai di pregare.

mercoledì 14 marzo 2018

Si perde solo chi vuol perdersi

Il Santo Padre non perde occasione per indicarci la speranza della misericordia, ma le sue parole dove traggono origine? Certamente nei vangeli, ma anche nel Diario di Suor faustina, laddove le parole relative alla salvezza e alla perdizione sono estremamente chiare... e meravigliose per noi tutti!
Dal Diario di Suor Faustina:
Il predicatore oggi ci diceva che l'intera storia dell'umanità è un manifestarsi della bontà di Dio. 
Tutti gli altri Suoi attributi, come l'onnipotenza e la sapienza, contribuiscono a svelarci che la misericordia è, fra tutti, l'attributo Suo più grande. 
Gesù mio, nessuno può esaurire la Tua misericordia. 
La perdizione è unicamente la sorte delle anime che hanno la volontà di perdersi, ma chi desidera salvarsi potrà tuffarsi nel mare senza sponde della divina misericordia.

domenica 11 marzo 2018

La visione dell'inferno

Oggi, sotto la guida di un angelo, sono stata negli abissi dell'Inferno.
É un luogo di grandi tormenti per tutta la sua estensione spaventosamente grande. Queste le varie pene che ho viste: la prima pena, quella che costituisce l'inferno, è la perdita di Dio; la seconda, i continui rimorsi della coscienza; la terza, la consapevolezza che quella sorte non cambierà mai; la quarta pena è il fuoco che penetra l'anima, ma non l'annienta; è una pena terribile: è un fuoco puramente spirituale, acceso dall'ira di Dio; la quinta pena è l'oscurità continua, un orribile soffocante fetore, e benché sia buio i demoni e le anime dannate si vedono fra di loro e vedono tutto il male degli altri ed il proprio; la sesta pena è la compagnia continua di satana; la settima pena è la tremenda disperazione, l'odio di Dio, le imprecazioni, le maledizioni, le bestemmie. Queste sono pene che tutti i dannati soffrono insieme, ma questa non è la fine dei tormenti. Ci sono tormenti particolari per le varie anime che sono i tormenti dei sensi. Ogni anima con quello che ha peccato viene tormentata in maniera tremenda ed indescrivibile.

sabato 10 marzo 2018

Recita la coroncina che ti ho insegnato e il temporale cesserà

Lo dice Gesù e dobbiamo assolutamente crederGli... Con la Coroncina alla Divina Misericordia passano le prove.
Leggiamo insieme nel Diario di Suor Faustina:
Oggi sono stata svegliata da un gran temporale. Infuriava un vento impetuoso ed una pioggia tale che sembrava si fossero squarciate le nuvole. Cadevano fulmini ogni momento.
Mi sono messa a pregare perché il temporale non facesse alcun danno. 
Ad un tratto ho udito queste parole: «Recita la coroncina che ti ho insegnato e il temporale cesserà». 
Ho cominciato subito a recitare la coroncina e non l'avevo ancora finita che il temporale è cessato improvvisamente ed ho udito queste parole: «Con essa otterrai tutto, se quello che chiedi è conforme alla Mia volontà». 

sabato 3 marzo 2018

Dirigi Tu le mie questioni, Gesù

Mio Gesù,
Tu vedi
quanto sono debole
da sola,
perciò dirigi Tu stesso
tutte le mie
questioni.
Santa Faustina, Diario