venerdì 28 dicembre 2018

Parlo di Te, Gesù

Anche io, Gesù Misericordioso, desidero tanto parlare di Te.
Con le parole, certo... Anche quelle di questo blog. Ma soprattutto con i fatti, mettendoTi al centro della mia vita.
Gesù confido in Te.
Dal Diario di Suor Faustina:
Debbo scrivere di Te, o Incomprensibile nella Misericordia verso la povera anima mia. La Tua santa volontà è la vita della mia anima. Ho avuto quest'ordine da chi Ti sostituisce per me, o Dio, qui in terra e m'insegna la Tua santa volontà. Vedi, Gesù, com'è difficile per me scrivere e che non so descrivere chiaramente ciò che provo in fondo all'anima.

mercoledì 26 dicembre 2018

Suor Faustina vede Gesù Bambino

Diario di Suor Faustina, 25 dicembre 1934.
Messa di Mezzanotte. Appena uscì la santa Messa, il raccoglimento interiore si impadronì di me, la gioia inondò la mia anima. Durante l’offertorio vidi Gesù sull’altare; era di una bellezza incomparabile. 
Il Bambinello per tutto il tempo guardò verso tutti, tendendo le manine.
Quando ci fu l’elevazione il Bambinello non guardò verso la cappella, ma verso il cielo; dopo l’elevazione si rivolse di nuovo verso di noi, ma per poco tempo, poiché come al solito venne spezzato e mangiato dal sacerdote. La fascia l’aveva bianca. 
Il giorno dopo vidi la stessa cosa e lo stesso vidi il terzo giorno. E’ difficile esprimere la gioia che avevo nell’anima. 
Questa visione si ripetè durante tre sante Messe, esattamente come nelle prime.

martedì 25 dicembre 2018

Gesù Bambino, tesoro preziosissimo

25 dicembre 1936.
Messa di mezzanotte.
Durante la santa Messa la presenza di Dio mi penetrò da parte a parte. Un momento prima dell'elevazione vidi la Madre ed il piccolo Gesù Bambino ed il vecchio Nonno.
La Madre Santissima mi disse queste parole: «Figlia Mia, Faustina, prendi questo Tesoro preziosissimo». E mi diede il piccolo Gesù.
Quando presi Gesù in braccio, la mia anima provò una gioia inconcepibile, che non sono in grado di descrivere.

lunedì 24 dicembre 2018

Ti attendo Signore

Arriva il Natale ed io, io mi sento così.
Dal Diario di Suor Faustina:
L’anima attende la venuta del Signore.
Non so, Signore, a che ora verrai, Perciò vigilo continuamente e sto in ascolto, Come sposa da Te prescelta; Poiché so che Ti piace giungere non visto, Ma un cuore puro, Signore, Ti sente da lontano. Ti attendo, Signore, nella quiete e nel silenzio, Con una grande nostalgia nel cuore, con un desiderio insopprimibile. Sento che il mio amore per Te diventa un fuoco E come una fiamma, alla fine della vita, s'innalza verso il cielo. Allora si realizzeranno tutti i miei desideri. Vieni ormai, mio dolcissimo Signore, E porta il mio cuore assetato, Là con Te nelle regioni eccelse dei cieli, Dove dura in eterno la Tua vita. La vita sulla terra è un'agonia continua, Mentre il mio cuore sente d'esser creato per grandi altezze E non l'attirano i bassipiani di questa vita, Poiché la mia patria è il cielo. Questa è la mia fede incrollabile.

mercoledì 19 dicembre 2018

La sofferenza come via di salvezza e di forza

Le nostre sofferenze sono uno dei misteri più profondi della fede. Difficilmente riusciamo ad accettarle e di conseguenze riusciamo ad accoglierne il grandissimo potere salvifico che esse hanno, per noi, per i nostri cari o per i bisognosi, anche sconosciuti e di chissà quale parte del mondo. La sofferenza vissuta come preghiera e come nostra vera forza, ecco il segreto che Gesù Misericordioso desidera farci conoscere attraverso Suor Faustina nel seguente brano.

domenica 9 dicembre 2018

La misericordia spinge Dio a farsi carne

La Misericordia Ti ha spinto fino al punto che Tu stesso Ti sei degnato di scendere tra noi per sollevarci dalla nostra miseria. Dio scende sulla terra, il Signore dei Signori si umilia, Egli l'Immortale.
Ma dove scendi, Signore? 
Forse nel tempio di Salomone? Vuoi forse che Ti venga costruita una nuova dimora dove hai intenzione di scendere? O Signore, che dimora Ti prepareremo, dal momento che tutta la terra è il Tuo sgabello?
Ti sei preparato una dimora: una Santa Vergine. 
Le Sue viscere immacolate sono la Tua abitazione ed avviene l'inconcepibile miracolo della Tua Misericordia, o Signore. 
Il Verbo si fa Carne, Dio abita fra di noi, il Verbo di Dio, la Misericordia Incarnata.

sabato 10 novembre 2018

Abbiamo tempo per ogni cosa, ma non per Gesù

Ecco il dolore di Gesù di fronte alla nostra indifferenza...
Il Mio Cuore è stracolmo di tanta Misericordia per le anime. 
Oh! se riuscissero a capire che Io sono per loro il migliore dei Padri; che per loro è scaturito dal Mio Cuore Sangue ed Acqua, come da una sorgente straripante di Misericordia; che per loro dimoro nel tabernacolo e come Re di Misericordia desidero colmare le anime di grazie, ma non vogliono accettarle.
Oh! quanto è grande l’indifferenza delle anime per tanta bontà, per tante prove d’amore! 
Hanno tempo per ogni cosa; per venire da Me a prendere le grazie non hanno tempo.
Gesù a Suor Faustina (Diario)

lunedì 29 ottobre 2018

Il direttore spirituale fa progredire l'anima

In seguito Gesù mi diede un altro sacerdote, al quale mi ordinò di svelare la mia anima. In un primo momento lo feci con una certa esitazione; ma un severo richiamo da parte di Gesù procurò una profonda umiltà alla mia anima. Sotto la sua direzione la mia anima progredì celermente nell'amore di Dio e molte delle richieste del Signore vennero eseguite in concreto. Talvolta il suo coraggio e la sua profonda umiltà mi hanno fatto riflettere.
Oh! quant'è misera la mia anima che ha dissipato tante grazie! Sfuggivo a Dio ed Egli m'inseguiva con le Sue grazie. Il più delle volte le grazie di Dio mi venivano elargite, quando meno me l'aspettavo.
Dal momento in cui il Signore mi ha dato un direttore spirituale, sono più fedele alla grazia per merito dello stesso direttore e della sua vigilanza sulla mia anima.
Ho conosciuto veramente quello che è una direzione spirituale e come la considera Gesù: per ogni minima mancanza Gesù mi ammoniva e mi faceva presente che le questioni, che io sottoponevo al confessore, le giudicava Lui Stesso. «Ed ogni mancanza contro di lui colpisce Me direttamente». 

sabato 27 ottobre 2018

Chi confida nella Sua misericordia non perirà

Nel Diario di Suor Faustina, Gesù non si stanca mai di ricordarci che ci aspetta sempre, che è sempre in ascolto, pronto ad accoglierci qualora decidessimo di accostarci a Lui. Occorre un cammino di conversione e pentimento, è vero, e questo non sempre è semplice, ma leggiamo insieme, ancora una volta, qual è il premio.
Dal Diario di Suor Faustina:
Chi confida nella Mia misericordia non perirà, poiché tutti i suoi problemi sono Miei ed i nemici si infrangeranno ai piedi del Mio sgabello.
Gesù a Santa Faustina
(Q. II, 718)

giovedì 25 ottobre 2018

L'eterno divisore ci conosce anche troppo bene

Il diavolo ci conosce molto bene. Conosce i nostri punti deboli e li sfrutta tutti, in un pauroso gioco di tattica e incastri, per farci cadere. A lui, il dannato per eccellenza, non basta far cadere una sola persona alla volta. No! Desidera farne cadere ben più d'una, desidera ottenere il risultato che si ottiene con quel gioco, il domino, in cui facendo cadere una tessera, si fanno cadere tutte le altre.
Un esempio molto semplice e classico di come opera il demonio lo possiamo individuare facilmente nelle relazioni tra amici o tra familiari, laddove in teoria dovrebbe attecchire con maggiore difficoltà e minore frequenza. C'é sempre qualcuno che per carattere è portato a donarsi più di altri, a darsi più da fare per gli altri. Ecco, il demonio si insinua in questo atteggiamento e nella sensibilità individuale (specialmente se è marcata) e inietta il tarlo della divisione.

domenica 14 ottobre 2018

La grazia di adempiere la volontà del Padre

“O Gesù, disteso sulla croce, Ti supplico, concedimi la grazia di adempiere fedelmente la santissima volontà del Padre Tuo, sempre, ovunque ed in tutto. E quando la volontà di Dio mi sembrerà pesante e difficile da compiere, Te ne supplico, Gesù, scenda allora su di me, dalle Tue Piaghe, la forza ed il vigore e le mie labbra ripetano: Signore, sia fatta la Tua volontà (...)
Gesù pietosissimo, concedimi la grazia di dimenticare me stessa, in modo che viva totalmente per le anime, collaborando con Te all’opera della salvezza, secondo la santissima volontà del Padre Tuo.”
Diario di Suor Faustina

Io ti sollevo fino a Me per pura Mia bontà

Dice Gesù a Suor Faustina:
Sappi, figlia Mia, che fra te e Me esiste l'abisso sconfinato che separa il Creatore dalla Sua creatura, ma è colmato dalla Mia misericordia. 
Io ti sollevo fino a Me non perché di te abbia bisogno, né per tuo merito, ma unicamente per pura Mia bontà. 
Di' alle anime che non pongano ostacoli alla Mia misericordia, nella quale è contenuto il Mio ardente desiderio di salvarle. 
La misericordia agisce in tutti i cuori che le aprono le porte. Ne hanno bisogno i giusti quanto i peccatori perché, come la conversione, anche la perseveranza è un dono della Mia misericordia.

martedì 9 ottobre 2018

L'importanza della preghiera

A volte ci dimentichiamo che la preghiera è la forma di carità più gradita a Gesù Misericordioso. Ancor più Gli è gradita quando essa è sofferente, stentata, difficile. Perché Gesù sa apprezzare i nostri sforzi, anche quando siamo in difficoltà o nell'aridità.
Dal Diario di Suor Faustina.
Non potevo pregare. Non potevo restare genuflessa. Rimasi però in cappella durante un'ora intera, unendomi in spirito a quelle anime che adorano Dio in modo perfetto. Improvvisamente vidi Gesù. Mi guardò con indicibile dolcezza, e disse: «La tua preghiera, anche così, mi è gradita immensamente».
La notte ormai non posso più dormire, perché non me lo permettono i dolori. Visito spiritualmente tutte le chiese e le cappelle e vi adoro il Santissimo Sacramento. Quando ritorno col pensiero nella nostra cappella del convento, prego per determinati sacerdoti, i quali predicano la misericordia di Dio e ne diffondono il culto. Prego inoltre per il Santo Padre, affinché affretti l'istituzione della festa del Salvatore Misericordioso. Infine, imploro la misericordia di Dio sui peccatori. Questa è, ora, la mia preghiera nella notte.

lunedì 8 ottobre 2018

Triduo di preghiera a Santa Faustina Kowalska

Nei giorni 2, 3 e 4 ottobre, triduo di preghiera in preparazione alla memoria liturgica facoltativa di Santa Suor Faustina Kowalska, apostola della Divina Misericordia, invochiamo l'intercessione della santa.


Preghiera con intercessione di Santa Suor Faustina

Oh Gesù, che hai reso Santa Suor Faustina
una grande devota della Tua immensa misericordia,
concedimi, per sua intercessione,

domenica 30 settembre 2018

L'Arcangelo Michele appare a Suor Faustina

Nel giorno di San Michele Arcangelo vidi questo Condottiero accanto a me, che mi disse queste parole:
"Il Signore mi ha raccomandato di avere una cura particolare di te. Sappi che sei odiata dal male, ma non temere. Chi è come Dio?" 
E scomparve.
Io però sento la sua presenza ed il suo aiuto.
Diario di Suor Faustina

martedì 25 settembre 2018

L'incarico di redigere il Diario

Segretaria del Mio mistero più profondo, sappi che sei in confidenza esclusiva con Me. Il tuo compito è quello di scrivere tutto ciò che ti faccio conoscere sulla Mia Misericordia, per il bene delle anime che leggendo questi scritti proveranno un conforto interiore e saranno incoraggiate ad avvicinarsi a Me. E perciò desidero che tutti i momenti liberi li dedichi a scrivere.
Gesù a Suor Faustina

lunedì 24 settembre 2018

Gli ostacoli e la volontà di Gesù

Arrivata a Varsavia, entrai un momento nella piccola cappellina a ringraziare il Signore per aver fatto un buon viaggio.
Inoltre Lo pregai di concedermi l'aiuto e le grazie per tutto ciò che qui mi attendeva, affidandomi in tutto alla Sua santa volontà. 
Udii queste parole: «Non temere nulla, tutti gli ostacoli servono a far realizzare la Mia volontà».

martedì 18 settembre 2018

Il tuo amore sincero è così gradito al Mio Cuore

Non solo Gesù ci ama di amore infinito, ma a Suor Faustina ha detto tante volte che apprezza il nostro amore per Lui e che in certi casi è persino geloso delle anime a cui dona speciali grazie.
Non è bellissimo amare ed essere amati?
Dal Diario di Suor Faustina:
Il Signore mi ha detto: «Mi diletto del tuo amore; il tuo amore sincero è così gradito al Mio Cuore, come il profumo di un bocciolo di rosa nelle prime ore del mattino, quando il sole non gli ha ancora prosciugato la rugiada. La freschezza del tuo cuore Mi affascina, per cui Mi unisco a te così intimamente, come con nessun altra creatura.»

martedì 11 settembre 2018

Alla misericordia attingiamo con il recipiente della fiducia

Diario di Suor Faustina, 13 febbraio 1938:
Figlia, quando ti accosti alla santa confessione, a questa sorgente della Mia Misericordia, scendono sempre sulla tua anima il Mio Sangue ed Acqua, che uscirono dal Mio Cuore e nobilitano la tua anima. Ogni volta che vai alla santa confessione immergiti tutta nella Mia Misericordia con grande fiducia, in modo che io possa versare sulla tua anima l'abbondanza delle Mie grazie. Quando vai alla confessione, sappi che Io stesso ti aspetto in confessionale, Mi copro soltanto dietro il sacerdote, ma sono Io che opero nell'anima.

lunedì 10 settembre 2018

Ogni momento reca nuove grazie

Anche nelle giornate più nere o anonime c'è l'occasione di cogliere le grazie che Gesù semina per noi.
Anzi, a pensarci bene, è proprio nelle giornate peggiori che si cela il maggior numero di opportunità, perché le contrarietà accettate e offerte a Gesù, sono per Lui una gloria.
Dal Diario di Suor Faustina:
Gesù mio, d'ora in poi lavorerò a diffondere l'onore e la gloria del tuo nome, lottando fino al giorno in cui dirai: Adesso basta! O giornate grigie di lavoro, per me voi non siete affatto tanto grigie, perché ogni momento mi reca nuove grazie e mi dà la possibilità di fare il bene.

domenica 9 settembre 2018

Un supplizio inimmaginabile

Vidi Gesù mentre veniva flagellato. 
Che supplizio inimmaginabile! 
Come soffrì tremendamente Gesù per la flagellazione! 
O poveri peccatori, come vi incontrerete nel giorno del giudizio con quel Gesù, che ora torturate a quel modo? Il Suo Sangue colava per terra e in alcuni punti cominciava a staccarsi anche la carne. Sulla schiena ho visto alcune Sue ossa scarnificate. 
Gesù mite emetteva flebili lamenti e sospiri.

sabato 8 settembre 2018

La natività di Maria

Era tutta bianca, cinta da una sciarpa azzurra; anche il manto azzurro, la corona sul capo e da tutta la Sua persona s'irradiava uno splendore inconcepibile.
Sono la Regina del cielo e della terra, ma soprattutto la vostra Madre.

mercoledì 5 settembre 2018

La necessità della preghiera

Con la preghiera l’anima si prepara ad affrontare qualsiasi battaglia. In qualunque condizione si trovi un’anima, deve pregare.
Deve pregare l’anima pura e bella, poiché diversamente perderebbe la sua bellezza. 
Deve pregare l’anima che tende alla purezza, altrimenti non vi giungerà. 
Deve pregare l’anima che si è appena convertita, diversamente cadrebbe di nuovo. 
Deve pregare l’anima peccatrice, immersa nei peccati, per poter risorgere. 
E non c’è anima, che non abbia il dovere di pregare, poiché ogni grazia arriva tramite la preghiera. Ricordo che la luce l’ho ricevuta in massima parte durante l’adorazione di mezz’ora, che facevo ogni giorno durante tutta la Quaresima, stando distesa a forma di croce davanti al Santissimo Sacramento.
Diario di Suor Faustina

lunedì 3 settembre 2018

L'amore infinito per ciascuno di noi

All'improvviso, compresi interiormente quale significato abbia, agli occhi di Dio, l'esistenza di ciascuna delle Sue creature. La divina maestà è grande e incomprensibile: il fatto ch'Egli s'abbassa con tanta tenerezza fino a noi proviene solo dall'abisso della Sua misericordia. O Trinità, in cui è racchiusa la vita intima di Dio, del Padre del Figlio e dello Spirito Santo, felicità eterna, amore inconcepibile che per misericordia scendi su tutte le creature, sia gloria a Te per sempre!
Diario di Suor Faustina

venerdì 31 agosto 2018

La misericordia è la maggiore delle divine perfezioni

Se solo pensiamo a quale dono ci è stato fatto da Dio, consentendo la nascita, la morte e la resurrezione di Gesù, riusciamo ad intravvedere l'immensità della divina misericordia.
Dal Diario di Suor Faustina:
La misericordia è la maggiore delle divine perfezioni: tutto ciò che mi circonda lo proclama. 
La misericordia è la vita delle anime, la condiscendenza di Dio verso di esse è inesauribile. 
O Dio incomprensibile, quant'è grande la Tua misericordia! 
Gli angeli e gli uomini sono usciti dalle sue viscere, ed essa supera ogni loro capacità di comprensione. 
Dio è amore, e la misericordia è la Sua azione. La misericordia è il fiore dell'amore. 
Dovunque io volga gli occhi, tutto mi parla di misericordia, perfino la giustizia, perché anche la giustizia scaturisce dall'amore.

martedì 21 agosto 2018

Rendi il mio cuore simile al Tuo

Quando ci arrovelliamo intorno a cosa è meglio per vivere più intensamente la fede e quando ci sembra di non avere la corretta ispirazione da Gesù, ecco la preghiera giusta, quella che ci riporta alle radici della fede, dell'amore per Gesù:
O Gesù,
rendi il mio cuore simile al Tuo,
o meglio cambialo nel Tuo,
in modo che riesca a sentire
le necessità degli altri cuori.
Santa Faustina, Diario
(Quaderno I, 514)

lunedì 20 agosto 2018

Maria Regina del Cielo

Una volta il confessore mi chiese di pregare secondo la sua intenzione e cominciai una novena alla Madonna. Questa novena consisteva nel recitare nove volte la «Salve Regina».
Verso la fine della novena vidi la Madonna col Bambino Gesù in braccio e vidi anche il mio confessore che era inginocchiato ai Suoi piedi e parlava con Lei. 
Non compresi di che cosa parlasse con la Madonna, poiché ero impegnata a parlare col Bambino Gesù, che era sceso dalle braccia della Madonna e si era avvicinato a me. Non mi stancavo di ammirare la Sua bellezza. 
Sentii alcune parole che gli diceva la Madonna, ma non sentii tutto. Le parole sono queste: «Io sono non solo la Regina del Cielo, ma anche la Madre della Misericordia e la Madre tua». 
In quel momento stese la mano destra con cui reggeva il mantello e copri con esso quel sacerdote. In quell'istante la visione scomparve. 
Diario di Santa Faustina

domenica 19 agosto 2018

La nostra preghiera disarma la giusta ira di Gesù

Nel brano del Diario che segue è contenuta una serie di insegnamenti. Alcuni riesco a comprenderli, altri certamente mi sfuggono.
Ciò che comprendo è che Gesù amava andare a riposarsi nel cuore di Santa Faustina, perché era un cuore puro e completamente abbandonato alla Sua volontà. 
Perciò, nel mio piccolo, anche io, dopo ogni Santa Comunione, prego perché Gesù mi dia la forza di riuscire a fare qualcosa che riesca a Lui gradito, tanto da poter sostare anche nel mio cuore, almeno un pochino, senza che debba vergognarsi di me.
Un altro insegnamento, assai chiaro, è che la nostra preghiera e il nostro animo hanno la forza di far desistere Gesù dal punirci per le nostre nefandezze o per quelle di altri per cui preghiamo.
Dal Diario di Suor Faustina:
Dopo la santa Comunione, entrato Gesù nel mio cuore, Gli dissi: « Amore mio, regna nel più intimo del mio cuore, là dove hanno inizio i miei piu segreti pensieri, in quel profondissimo santuario, al quale solo Tu, Signore, puoi accedere e dove il pensiero umano non è in grado di giungere.

sabato 18 agosto 2018

Gli avversari andranno in frantumi

Ogni giorno mi capita di sentirmi sopraffatto da questo o quell'evento, da quella o l'altra persona. Sono tentazioni fortissime.
A volte durano molto, travolgono i miei pensieri e mi mantengono in uno stato doloroso di agitazione. Altre volte durano meno. In entrambi i casi, tutto questo viene spazzato via quando mi ricordo di mettere Gesù al centro esatto della mia esistenza, affidandomi completamente a Lui.
Ed ecco la più grande delle consolazioni, sempre nel Diario di Suor Faustina:
Verso sera, durante la benedizione, la mia anima per un momento fu in contatto diretto con Dio Padre, sentii che ero fra le Sue braccia come una bimba e udii nel mio intimo queste parole: «Non temere nulla, figlia Mia, tutti gli avversari andranno in frantumi ai Miei piedi».


venerdì 17 agosto 2018

Vigila, poiché verrò inavvertitamente

29 dicembre 1936.
Oggi dopo la santa Comunione ho udito una voce nell'anima:
«Figlia Mia, vigila, poiché verrò inavvertitamente».
«Gesù, non vuoi dirmi l'ora che attendo con tanta nostalgia?». 
«Figlia Mia, per il tuo bene la saprai, ma non ora, vigila». 
O Gesù, fa' di me quello che Ti piace. So che sei il Salvatore misericordioso e so che non cambierai per me nell'ora della morte. Se ora mi dimostri un amore così particolare e se Ti degni unirTi a me in una maniera così confidenziale ed amorevole, per questo spero ancora di più nell'ora della morte. Tu Signore, Dio mio, non puoi cambiare; sei sempre lo stesso. I cieli possono cambiare e tutto ciò che è stato creato, ma Tu Signore, sempre lo stesso durerai nei secoli. Quindi vieni come vuoi e quando vuoi. Padre d'infinita Misericordia, io Tua figlia attendo con nostalgia la Tua venuta. O Gesù, Tu hai detto nel santo Vangelo: «Ti giudico dalle tue labbra»; perciò Gesù, io parlo sempre della Tua inimmaginabile Misericordia. Confido pertanto che mi giudicherai secondo la Tua infinita Misericordia.
Diario di Suor Faustina

mercoledì 15 agosto 2018

La vera grandezza dell'anima

Nel giorno dell'Assunta, la Madonna ha detto a Suor Faustina alcune bellissime cose.
Eccole, esattamente come sono state trascritte dalla santa nel suo Diario:
La vera grandezza dell'anima consiste nell'amare Dio e nell'umiliarsi alla Sua presenza, nel dimenti­care totalmente se stessi e nel considerarsi un nulla, poiché il Signore è grande, ma si compiace soltanto degli umili, ai superbi resiste sempre.
L'Assunta a Suor Faustina

martedì 14 agosto 2018

Il dono del confessore

Quando volevo liberarmi da queste ispirazioni interiori, Iddio mi disse che nel giorno del Giudizio mi avrebbe chiesto conto di un gran numero di anime.
Una volta che mi sentivo tremendamente stanca per le molte difficoltà che avevo per il fatto che Gesù mi parlava ed esigeva che venisse dipinta quell'immagine, decisi fra di me fermamente di chiedere al Padre Andrasz, prima dei voti perpetui, di sciogliermi da quelle ispirazioni interiori e dall'obbligo di dipingere quell'immagine. 
Ascoltata la confessione, il Padre Andrasz mi diede questa risposta: «Non la sciolgo da nulla, sorella, e non le è permesso sottrarsi a queste ispirazioni interiori, ma deve assolutamente parlare di tutto al confessore, nel modo più assoluto, altrimenti andrà fuori strada, nonostante queste grandi grazie del Signore. Momentaneamente lei si confessa da me, ma sappia bene che deve avere un confessore fisso, cioè un direttore spirituale».

sabato 11 agosto 2018

Santità, Giustizia e Misericordia di Dio

Il Signore mi elargì molta luce per farmi conoscere i Suoi attributi.
Il primo attributo che il Signore mi fece conoscere è la Sua Santità. Tale Santità è così grande, che davanti a Lui tremano tutte le Potenze e le Virtù. La Santità di Dio è distribuita sulla Chiesae su ogni suo membro, ma non in uguale misura. Ci sono delle anime completamente divinizzate, ma ci sono anche anime che vivono a malapena. 
Il secondo attributo che il Signore mi fece conoscere è la Sua Giustizia. La Sua Giustizia è così grande e penetrante che raggiunge fino in fondo l’essenza delle cose e tutto davanti a Lui è nella sua nuda realtà. 
Il terzo attributo è l’Amore e la Misericordia. E compresi che l’Amore e la Misericordia è l’attributo più grande. Esso unisce la creatura al Creatore. L’amore più grande e l’abisso della Misericordia li riconosco nell’Incarnazione del Verbo, nella Redenzione da Lui operata. E da ciò compresi che questo attributo è il più grande in Dio.
Diario di Suor Faustina

martedì 7 agosto 2018

O Maria, Madre e Signora mia

Dal Diario di Suor Faustina ricaviamo ancora una volta l'invito esplicito a seguire l'esempio della santa nel chiamare in nostro soccorso Maria, la Madre di Gesù.
E questo invito è racchiuso in una meravigliosa preghiera alla Madonna, da tenere sempre a mente, perché a Lei possiamo e potremo sempre rivolgerci con il cuore aperto, con la certezza che non resteremo mai e poi mai inascoltati:
O Maria, Madre e Signora mia,
affido a Te la mia anima ed il mio corpo,
la mia vita e la mia morte 
e ciò che verrà dopo.
Metto tutto nelle Tue mani.
Suor Faustina 


martedì 31 luglio 2018

Un prolungato tempo di Misericordia

Una volta in cui chiesi a Gesù come potesse tollerare, senza punirli, lo sterminato numero di peccati e i crimini che vengono commessi sulla terra, mi rispose:
«Per punirli ho l'eternità; adesso prolungo il tempo della Mia misericordia. Desidero colmare di grazie tutte le anime; sono esse, semmai, che non le vogliono ricevere. Trovano tempo per tutto, solamente non ne trovano per Me. Infelici quelle che non vorranno riconoscere che questo è il tempo in cui vengo loro incontro».
Diario di Suor Faustina

sabato 28 luglio 2018

Felice l'anima che tocca la terra con un piede solo

Verso sera mi ha fatto conoscere che tutto ciò che è terreno dura poco. E tutto quello che sembra grande se ne va in fumo e non dà libertà all'anima, ma stanchezza. Felice l'anima che comprende queste cose e tocca la terra con un piede solo. Il mio riposo sta nell'essere unita a Te, tutto il resto mi stanca. Oh, come sento che sono in esilio! Vedo che nessuno comprende ciò che ho nel mio intimo, mi comprendi solo Tu, che sei nascosto nel mio cuore ed eternamente vivo.


martedì 24 luglio 2018

Uno solo è il prezzo col quale si riscattano le anime

Se ancora mi restava un piccolissimo dubbio su cosa veramente occorra per la salvezza delle anime - la mia e quella delle persone care per cui prego, ma anche quelle delle persone per cui nessuno prega - ecco che ancora una volta ci viene in soccorso Gesù che fa un'importante precisazione a Santa Faustina...
Dal Diario (12 agosto 1934):
Dopo la santa Comunione vidi Gesù nell'aspetto che avevo già visto durante un'ora di adorazione. Lo sguardo del Signore trapassò la mia anima da parte a parte e nemmeno il più minuscolo pulviscolo sfugge alla Sua attenzione.
E dissi a Gesù: «Pensavo che mi prendessi».

lunedì 23 luglio 2018

Dove sei Gesù?

Gesù che talvolta Ti nascondi all'anima, dimmi perché è così difficile vivere con la sensazione di esserTi lontano. E dimmi, Gesù amatissimo, perché si deve vivere una sensazione così tremenda? E' davvero necessario soffrire così tanto con questa bruttissima sensazione di vuoto, di lontananza, di abbandono?
Ho letto che capita e che quando accade è perché Tu vuoi temprare l'anima, ma a volte non è possibile reggere una prova così grande facendo finta che nulla sia.
Gesù, confido in Te.
Dal Diario di Suor Faustina:
"Indicazioni di Padre Andrasz. Questi momenti di aridità e di sensazione della propria miseria, permessi da Dio, fanno conoscere all'anima quanto poco essa possa da sola, le insegneranno quanto deve apprezzare le grazie di Dio."

sabato 21 luglio 2018

O Gesù, disteso sulla croce

O Gesù, disteso sulla croce, Ti supplico, concedimi la grazia di adempiere fedelmente la santissima volontà del Padre Tuo, sempre, ovunque ed in tutto. E quando la volontà di Dio mi sembrerà pesante e difficile da compiere, Te ne supplico, Gesù, scenda allora su di me, dalle Tue Piaghe, la forza ed il vigore e le mie labbra ripetano: Signore, sia fatta la Tua volontà.
Gesù pietosissimo, concedimi la grazia di dimenticare me stessa, in modo che viva totalmente per le anime, collaborando con Te all’opera della salvezza, secondo la santissima volontà del Padre Tuo. 
Diario di Suor Faustina

venerdì 20 luglio 2018

Aiutami, o Signore, a far sì che...

O Signore, desidero trasformarmi tutta nella Tua Misericordia ed essere il riflesso vivo di Te. Che il più grande attributo di Dio, cioè la Sua incommensurabile Misericordia, giunga al mio prossimo attraverso il mio cuore e la mia anima.
Aiutami, o Signore, a far sì che i miei occhi siano misericordiosi, in modo che io non nutra mai sospetti e non giudichi sulla base di apparenze esteriori, ma sappia scorgere ciò che c’è di bello nell’anima del mio prossimo e gli sia di aiuto.
Aiutami, o Signore, a far sì che il mio udito sia misericordioso, che mi chini sulle necessità del mio prossimo, che le mie orecchie non siano indifferenti ai dolori ed ai gemiti del mio prossimo.
Aiutami o Signore, a far sì che la mia lingua sia misericordiosa e non parli ai sfavorevolmente del prossimo, ma abbia per ognuno una parola di conforto e di perdono.

martedì 17 luglio 2018

Tutte le bellezze sono nulla in confronto a quello che ti ho preparato nell'eternità

Se ci capita di non voler rinunciare al peccato perché tutto sommato il pensiero della vita eterna ci sembra tanto lontano, ecco un piccolo brano che ci ricorda che Gesù ci ama e ci aspetta per darci il premio per una vita vissuta con fede e amore per Lui. Diario di Suor Faustina:
Quando andai a Kiekrz a sostituire per poco tempo una consorella, un pomeriggio attraversai l'orto e mi fermai sulla riva del lago e rimasi a lungo assorta pensando a questo elemento della natura. Ad un tratto vidi presso di me Gesù, che mi disse amabilmente: «Ho creato tutto questo per te, Mia sposa, e sappi che tutte le bellezze sono nulla in confronto a quello che ti ho preparato nell'eternità».
L'anima mia fu inondata da una gioia così grande, che rimasi là fino alla sera e mi sembrò d'esserci rimasta solo un breve momento.

domenica 15 luglio 2018

La preghiera della Coroncina alla Divina Misericordia

La preghiera della Coroncina alla Divina Misericordia nasce nel cuore di Gesù e da Egli stesso è stata trasmessa a tutti noi per il tramite di Suor Faustina. A Gesù affidiamo con fiducia le nostre intenzioni e quelle dei nostri cari, ma è importante non dimenticare mai di affidarGli tutti i peccatori del mondo, gli agonizzanti, gli increduli.
Attraverso questa preghiera noi offriamo al Padre Eterno tutta la Persona di Gesù, cioè la Sua divinità e tutta la Sua umanità che comprende corpo, sangue e anima. Offrendo al Padre Eterno il Figlio amatissimo, ci richiamiamo all'amore del Padre per il Figlio che soffre per noi. La preghiera della Coroncina si può recitare in comune o individualmente.
Le parole pronunciate da Gesù a Suor Faustina, dimostrano che il bene della comunità e di tutta l’umanità si trova al primo posto: "Con la recita della Coroncina avvicini a Me il genere umano." Alla recita della Coroncina Gesù ha legato la promessa generale: "Per la recita di questa Coroncina Mi piace concedere tutto ciò che Mi chiederanno."

sabato 14 luglio 2018

E' la grazia che Io vi infondo a dare valore a questo quadro

Wilno 1934.
Mi recai per l'ultima volta dal pittore che aveva appena terminato di riprodurre coi colori sulla tela l'immagine voluta di Gesù.
Vedendo che non era bella come io l'avevo vista nell'apparizione, ne rimasi tutta contristata. Non feci sapere a nessuno la mia pena. 
All'uscita della casa del pittore la superiora, che mi aveva accompagnato, si trattenne in città per vari affari. 
Tornai a casa da sola e mi recai in cappella. Mi misi a piangere. 
Dissi al Signore: «Chi potrà dipingerti altrettanto bello quanto Sei?» 
Di colpo, udii questa risposta: «Non è la bellezza del colore o la bravura del pennello, ma la grazia che Io vi infondo a dare valore a questo quadro».
Diario di Suor Faustina

martedì 10 luglio 2018

Come Gesù perdona l'anima pentita

L'anima: «O Signore, salvami Tu, altrimenti perisco. Sii il mio Salvatore. O Signore, non sono capace di dire altro, il mio povero cuore è a pezzi, ma Tu, Signore...». 
Gesù non permette all'anima di terminare la frase, ma la solleva da terra, dall'abisso della sua miseria e in un attimo l'introduce nella dimora del proprio Cuore, mentre tutti i peccati sono scomparsi in un batter d'occhio, un fuoco d'amore li ha distrutti.
Gesù: «Eccoti, o anima, tutti i tesori del Mio Cuore, prendi tutto quello che ti serve».

sabato 7 luglio 2018

La vita silenziosa e nascosta

Che grandissima grazia quella che ha avuto Suor Faustina... essere guidata non solo da Gesù Misericordioso, ma anche dalla Mamma Celeste, la Madonna. Una guida materna e spirituale, capace di rasserenare il cuore e di condurre l'anima sulla giusta via, il cammino della misericordia vissuta e divulgata.
Leggiamo insieme una perla davvero preziosa per noi tutti, capace in pochissime parole di spiegare concetti elevatissimi.
Dal Diario di Suor Faustina (18-3-1936):
Verso sera, mentre pregavo, la Madonna mi disse: «La vostra vita deve essere simile alla Mia vita: silenziosa e nascosta; essere unite incessantemente a Dio e pregare per l'umanità e preparare il mondo per la seconda venuta di Dio».

martedì 3 luglio 2018

Per mezzo di quella coroncina si può ottenere tutto

Ce l'ha detto Gesù ed io non posso dubitarne. Con la preghiera della Coroncina ci è possibile ogni grazia. Ma la preghiera deve essere animata da fede sincera. Ce la farò?
Dal Diario di Suor Faustina:
Il caldo era insopportabile da tempo. 
Desideravamo la pioggia inutilmente. Le piante assetate mi facevano pietà. 
Decisi di recitare la coroncina tanto a lungo, finché Dio non avesse fatto scendere la pioggia. 
Senza interruzione, ripetei quella preghiera per tre ore. 
Finalmente il cielo si coprì di nubi e la pioggia prese a cadere in abbondanza. 
Ricordai come il Signore avesse detto che, per mezzo di quella coroncina, si può ottenere tutto.

mercoledì 27 giugno 2018

Le anime elette, luci nelle tenebre

Nelle Mie mani le anime elette sono delle luci che getto nelle tenebre del mondo e lo illumino. Come le stelle illuminano la notte, così le anime elette illuminano la terra, e più un’anima è perfetta, maggiore è la luce che diffonde attorno a sé e più lontano arriva. 
Può essere nascosta e sconosciuta perfino alle persone che le stanno più vicino, e tuttavia la sua santità si riflette sulle anime fin nelle più lontane plaghe del mondo.
Gesù Misericordioso a Suor Faustina (Diario)

lunedì 25 giugno 2018

Misericordia o giustizia, al peccatore la scelta

In alcune occasioni Gesù ha avuto modo di spiegare a Suor Faustina come opera la Divina Misericordia e sempre ha collegato essa al pentimento e alla conversione dei peccatori. Nel breve brano che segue tutto questo è ben spiegato da Gesù Misericordioso.
Diario di Suor Faustina (Q.VI, n° 1728 - maggio 1938):
Scrivi: sono tre volte santo ed ho orrore del più piccolo peccato. Non posso amare un’anima macchiata dal peccato, ma quando si pente, la Mia generosità non ha limiti verso di lei. La Mia Misericordia l’abbraccia e la perdona. Con la Mia Misericordia inseguo i peccatori su tutte le loro strade ed il Mio Cuore gioisce quando essi ritornano da Me. Dimentico le amarezze con le quali hanno abbeverato il Mio Cuore e sono lieto per il loro ritorno. Dì ai peccatori che nessuno sfuggirà alle Mie mani. Se fuggono davanti al Mio Cuore misericordioso, cadranno nelle mani della Mia giustizia. Dì ai peccatori che li attendo sempre, sto in ascolto del battito del loro cuore per sapere quando batterà per Me. Scrivi che parlo loro con i rimorsi di coscienza, con gli insuccessi e le sofferenze, con le tempeste ed i fulmini; parlo con la voce della Chiesa, e, se rendono vane tutte le Mie grazie, comincio ad adirarMi contro di essi, abbandonandoli a se stessi e do loro quello che desiderano. 

venerdì 22 giugno 2018

Sarà dannata solo quell'anima che lo vorrà essa stessa

Un giorno Gesù ha dato a Santa Faustina una speciale illuminazione sulla Divina Misericordia e su come essa opera. E' stato la notte tra il 31 dicembre e l'1 gennaio del 1938.
In quella occasione la santa da noi amatissima ha compreso il vero meccanismo del giudizio divino, quello da sempre fa arrovellare gli uomini, tra necessità del giudizio e generosità della misericordia. Tutto viene operato, in piena libertà, dall'uomo... fino all'ultimo. Gesù è lì che attende, misericordiosamente, se siamo capaci anche all'ultimo istante di convertirci pienamente.
Diario di Suor Faustina, 1 gennaio 1938:
Sarà dannata solo quell'anima che lo vorrà essa stessa, Iddio non condanna nessuno alla dannazione.


          

lunedì 11 giugno 2018

Nascondimi nel Tuo misericordiosissimo Cuore, Gesù

Le sofferenze non mi tolgono affatto la pace, e d'altro canto benché goda di una pace profonda, tuttavia questa pace non mi cancella la sensazione delle sofferenze. 
Nonostante talvolta abbia il capo rivolto a terra e le lacrime scendano in abbondanza, tuttavia in quello stesso momento la mia anima gode di una profonda pace e felicità... 
Desidero nascondermi nel Tuo misericordiosissimo Cuore, come una goccia di rugiada nel calice di un fiore. 
Nascondimi in questo calice, per proteggermi dal gelo di questo mondo.
Diario di Suor Faustina