giovedì 14 dicembre 2017

Ti attendo Signore

Arriva il Natale ed io, io mi sento così.
Dal Diario di Suor Faustina:
L’anima attende la venuta del Signore.
Non so, Signore, a che ora verrai, Perciò vigilo continuamente e sto in ascolto, Come sposa da Te prescelta; Poiché so che Ti piace giungere non visto, Ma un cuore puro, Signore, Ti sente da lontano. Ti attendo, Signore, nella quiete e nel silenzio, Con una grande nostalgia nel cuore, con un desiderio insopprimibile. Sento che il mio amore per Te diventa un fuoco E come una fiamma, alla fine della vita, s'innalza verso il cielo. Allora si realizzeranno tutti i miei desideri. Vieni ormai, mio dolcissimo Signore, E porta il mio cuore assetato, Là con Te nelle regioni eccelse dei cieli, Dove dura in eterno la Tua vita. La vita sulla terra è un'agonia continua, Mentre il mio cuore sente d'esser creato per grandi altezze E non l'attirano i bassipiani di questa vita, Poiché la mia patria è il cielo. Questa è la mia fede incrollabile.

domenica 10 dicembre 2017

La paziente sottomissione alla volontà di Gesù è medicina di salvezza

Oggi, dopo una giornata di tensioni e di difficoltà, di tentazioni e di prove, di dispiaceri e malumori, mentre restavo tutto contrito, ho letto questo (e Gesù mi ha abbracciato):
30 gennaio 1937. Ritiro spirituale di un giorno.
Conosco sempre di più la grandezza di Dio e gioisco per Lui. Dimoro continuamente con Lui nel profondo del mio cuore. E nella mia anima che trovo Dio con la massima facilità.
Durante la meditazione udii queste parole: «Figlia Mia, con la paziente sottomissione alla Mia Volontà Mi dai la più grande gloria, e ti assicuri meriti così grandi, che non li potresti conseguire né con digiuni, né con mortificazioni di qualunque genere. Sappi, figlia Mia, che se sottoponi la tua volontà alla Mia, attiri su di te la Mia predilezione. Il tuo sacrificio Mi è gradito ed è pieno di dolcezza; trovo in esso il Mio compiacimento; esso è potente». 

venerdì 8 dicembre 2017

L'Immacolata parla a Suor Faustina

8 dicembre 1937.
Con grande fervore mi sono preparata a celebrare la festa dell'Immacolata Concezione della Madre di Dio. Ho vigilato maggiormente sul raccoglimento dello spirito ed ho meditato su questo Suo privilegio esclusivo. Per questo il mio cuore si è immerso tutto in Lei, ringraziando Iddio per aver concesso a Maria questo grande privilegio. Non mi sono preparata soltanto con la novena comune, che fa assieme tutta la comunità, ma mi sono impegnata anche personalmente per salutarLa mille volte al giorno, recitando ogni giorno per nove giorni mille Ave Maria in Suo onore.
È già la terza volta che faccio una novena del genere alla Madonna, quella che consiste nella recita di mille Ave Maria al giorno, cioè novemila Ave Maria per tutta la novena. Sebbene l'abbia fatta già tre volte in vita mia, cioè due volte che avevo un incarico e non sono venuta meno in nulla ai miei doveri, compiendoli con la massima esattezza e l'ho fatta al di fuori del tempo degli esercizi di pietà, cioè nè durante la santa Messa né durante la benedizione ho recitato quelle Ave Maria ed un'altra volta ho fatto tale novena che ero ricoverata in ospedale.

giovedì 7 dicembre 2017

Non voglio punire l'umanità che soffre

A volte, leggendo il Diario di Suor Faustina, mi interrogo sull'infinita bontà di Gesù che continuamente ci richiama alla Sua infinita misericordia. E mi chiedo, senza riuscire a darmi risposta, quanto è grande questa misericordia di Gesù se è in grado di accogliere - senza riuscirne scalfita - tutti i peccati dell'umanità di tutti i tempi. Ma quanto grande dev'essere anche la perdizione eterna se Gesù in maniera così accorata ci invita alla salvezza.
Dal Diario di Suor Faustina:
Dice Gesù: «Non voglio punire l'umanità che soffre. La Mia mano impugna mal volentieri la spada della giustizia. Prima del giorno del giudizio, invio il giorno della misericordia. Tutta l'umanità conosca che infinita è la Mia pura bontà nei suoi confronti. Questa conoscenza e questa fede sono il segno dell'era finale. Seguirà il giorno del giudizio. Finché è tempo, ricorrano tutti alle sorgenti della Mia misericordia; aprano l'anima loro al sangue e all'acqua, che, sulla croce, per tutti è scaturito!».

sabato 2 dicembre 2017

Prendo la tua debolezza e ti do la Mia forza

Diario di Suor Faustina, 8-11-1935:
Quando il sacerdote pronunciò queste parole, che un anima obbediente si riempie della forza di Dio, udii quanto segue:
“Sì, quando sei obbediente, mi prendo la tua debolezza ed al suo posto ti do la Mia forza. Sono molto stupito che le anime non vogliano fare questo scambio con Me.” 
Io dissi al Signore: 
«Gesù, illumina Tu la mia anima, poiché diversamente capirò ben poco di queste parole».

domenica 26 novembre 2017

Chi desidera salvarsi può tuffarsi nel mare senza sponde della divina misericordia

Ancora un richiamo al nostro cuore: viviamo il tempo della misericordia. E' anche il nostro tempo. Ciò che è in gioco va ben oltre le miserie talvolta miserabili e dolorose di questo passaggio terreno... E' la vita eterna, la felicità di stare per sempre con Gesù. Chi vuole può salvarsi.
Dal Diario di Suor Faustina:
Il predicatore oggi ci diceva che l'intera storia dell'umanità è un manifestarsi della bontà di Dio.
Tutti gli altri suoi attributi, come l'onnipotenza e la sapienza, contribuiscono a svelarci che la misericordia è, fra tutti, l'attributo suo più grande.
Gesù mio, nessuno può esaurire la tua misericordia.
La perdizione è unicamente la sorte delle anime che hanno la volontà di perdersi, ma chi desidera salvarsi potrà tuffarsi nel mare senza sponde della divina misericordia.

domenica 19 novembre 2017

Questa gita arrecherà danno alla tua anima

Quante volte ci è capitato di predisporre tutto e per benino per un evento dal quale ci attendiamo di ricavare gioia e tranquillità?
E quante volte qualcosa non è andato per il verso giusto, l'evento è saltato e noi ce la siamo presa contro ciò che ha guastato la nostra organizzazione?
Gite, pranzi e cene, incontri... tutto può saltare, specialmente se Gesù ritiene che sia meglio così.
Non sempre è Gesù l'artefice di certe cose, ma anche se all'opera fosse il nemico, la Misericordia ci potrà salvare.
Per comprendere questo, per comprendere l'importanza di accogliere la volontà di Dio per noi occorre solo la fede e l'affidamento.
Non ci crederete, ma anche a Suor Faustina è accaduto qualcosa di simile.

domenica 12 novembre 2017

Alle anime superbe toglie tutto

Figlia Mia, sappi che alle anime superbe non concedo le Mie grazie, ma tolgo anche quelle che ho concesso.
Gesù a Suor Faustina 
Diario



giovedì 9 novembre 2017

La speranza è nella misericordia

I più grandi peccatori
pongano la loro speranza
nella Mia Misericordia.
Gesù a Suor Faustina
Diario

martedì 7 novembre 2017

Quando ci sentiamo soli

Le parole che seguono ci possono e devono senz’altro essere d’aiuto e di conforto quando ci sembra che Gesù non ci stia ascoltando, quando nella disperazione ci sembra forse che Gesù non si stia interessando a noi:
Figlia Mia,
nelle settimane in cui non Mi hai visto,
né hai sentito la Mia presenza,
ero unito a te più profondamente
che nei momenti dei rapimenti.
E la fedeltà ed il profumo delle tue preghiere
sono giunti fino a Me.
Gesù a Suor Faustina
Diario