venerdì 31 agosto 2018

La misericordia è la maggiore delle divine perfezioni

Se solo pensiamo a quale dono ci è stato fatto da Dio, consentendo la nascita, la morte e la resurrezione di Gesù, riusciamo ad intravvedere l'immensità della divina misericordia.
Dal Diario di Suor Faustina:
La misericordia è la maggiore delle divine perfezioni: tutto ciò che mi circonda lo proclama. 
La misericordia è la vita delle anime, la condiscendenza di Dio verso di esse è inesauribile. 
O Dio incomprensibile, quant'è grande la Tua misericordia! 
Gli angeli e gli uomini sono usciti dalle sue viscere, ed essa supera ogni loro capacità di comprensione. 
Dio è amore, e la misericordia è la Sua azione. La misericordia è il fiore dell'amore. 
Dovunque io volga gli occhi, tutto mi parla di misericordia, perfino la giustizia, perché anche la giustizia scaturisce dall'amore.

mercoledì 29 agosto 2018

Nella sofferenza, solo Gesù è fedele

Ecco ancora una considerazione di Suor Faustina sull'infinito amore di Gesù per noi, Sue creature.
Stavolta c'é rimarcato il concetto che solo Gesù resta accanto a chi soffre senza tentennamenti ed esitazioni.
Dal Diario di Suor Faustina:
Gesù, sarebbe veramente tremendo soffrire se non ci fossi Tu, ma proprio Tu, o Gesù disteso in croce, mi dai forza e sei sempre accanto all'anima che soffre.
Le creature abbandonano l'uomo che soffre, ma Tu, Signore, sei fedele.

sabato 25 agosto 2018

Renderemo conto al Signore anche delle ombre più piccole

Una volta venni citata al giudizio di Dio. Stetti davanti al Signore faccia a faccia.
Gesù era tale e quale è durante la Passione. Dopo un momento scomparvero le Piaghe e ne rimasero solo cinque: alle mani, ai piedi ed al costato. 
Vidi immediatamente tutto lo stato della mia anima, cosi come la vede Iddio. Vidi chiaramente tutto quello che a Dio non piace. Non sapevo che bisogna rendere conto al Signore anche di ombre tanto piccole. 
Che momento! Chi potrà descriverlo? Trovassi di fronte altre volte Santo! Gesù mi domandò: «Chi sei?» Risposi: «Io sono una tua serva, Signore». «Devi scontare un giorno di fuoco nel purgatorio». Avrei voluto gettarmi immediatamente fra le fiamme del purgatorio, ma Gesù mi trattenne e disse: «Che cosa preferisci: soffrire adesso per un giorno oppure per un breve tempo sulla terra?» Risposi: «Gesù, voglio soffrire in purgatorio e voglio soffrire sulla terra sia pure i più grandi tormenti fino alla fine del mondo».

Santa Faustina Kowalska

Il 25 agosto, si ricorda la nascita al mondo di Santa Faustina Kowalska (Glogowiec, Polonia, 25 agosto 1905. + Cracovia, Polonia, 5 ottobre 1938).
Santa Faustina (Elena Kowalska) nasce nel 1905 a Glogowiec, una città della Polonia. La grande mistica Santa Faustina Kowalska, Apostola della Divina Misericordia. Santa Faustina Kowalska
Suor Faustina, terzogenita di dieci figli, nacque il 25 agosto 1905 da una povera famiglia di contadini, che abitava nel villaggio di Glogowiec in Polonia. Nel battesimo, ricevuto nella Chiesa parrocchiale di Swinice Warckie, presso Lódz, le venne posto il nome di Elena.
La famiglia Kowalski viveva di un piccolo podere agricolo e dell’attività di falegname del padre Stanislao, un uomo religioso, molto laborioso ma nello stesso tempo severo, il quale dimostrava un forte senso di responsabilità nell’adempimento dei suoi doveri professionali e familiari ed esigeva lo stesso dai figli, richiamandoli anche nelle loro più piccole trasgressioni.

venerdì 24 agosto 2018

Non viene nessuno a farmi visita...

Nel Diario di Suor Faustina possiamo trovare le giuste risposte - quelle di Gesù - ad ogni nostro problema e ad ogni nostra esigenza.
Uno dei disagi dei nostri tempi è quello conseguente al sentirsi abbandonati o soli... Quella terribile sensazione che a volte si prova a causa di certi pensieri su persone a cui, magari, abbiamo dato moltissimo e da cui ci sentiamo completamente trascurati.
Ecco, Gesù ci parla nel Diario in un piccolo episodio vissuto da Santa Faustina e che leggiamo insieme.
Dal Diario di Suor Faustina, 18 dicembre 1936.
Oggi ero abbattuta poiché è già una settimana che non viene nessuno a farmi visita.
Quando mi sono lamentata col Signore, mi ha detto: «Non ti basta che vengo Io ogni giorno a farti visita?»
Chiesi perdono al Signore e scomparve l'abbattimento. O Dio, o mio Sostegno, mi basti Tu.

martedì 21 agosto 2018

Rendi il mio cuore simile al Tuo

Quando ci arrovelliamo intorno a cosa è meglio per vivere più intensamente la fede e quando ci sembra di non avere la corretta ispirazione da Gesù, ecco la preghiera giusta, quella che ci riporta alle radici della fede, dell'amore per Gesù:
O Gesù,
rendi il mio cuore simile al Tuo,
o meglio cambialo nel Tuo,
in modo che riesca a sentire
le necessità degli altri cuori.
Santa Faustina, Diario
(Quaderno I, 514)

lunedì 20 agosto 2018

Maria Regina del Cielo

Una volta il confessore mi chiese di pregare secondo la sua intenzione e cominciai una novena alla Madonna. Questa novena consisteva nel recitare nove volte la «Salve Regina».
Verso la fine della novena vidi la Madonna col Bambino Gesù in braccio e vidi anche il mio confessore che era inginocchiato ai Suoi piedi e parlava con Lei. 
Non compresi di che cosa parlasse con la Madonna, poiché ero impegnata a parlare col Bambino Gesù, che era sceso dalle braccia della Madonna e si era avvicinato a me. Non mi stancavo di ammirare la Sua bellezza. 
Sentii alcune parole che gli diceva la Madonna, ma non sentii tutto. Le parole sono queste: «Io sono non solo la Regina del Cielo, ma anche la Madre della Misericordia e la Madre tua». 
In quel momento stese la mano destra con cui reggeva il mantello e copri con esso quel sacerdote. In quell'istante la visione scomparve. 
Diario di Santa Faustina

domenica 19 agosto 2018

La nostra preghiera disarma la giusta ira di Gesù

Nel brano del Diario che segue è contenuta una serie di insegnamenti. Alcuni riesco a comprenderli, altri certamente mi sfuggono.
Ciò che comprendo è che Gesù amava andare a riposarsi nel cuore di Santa Faustina, perché era un cuore puro e completamente abbandonato alla Sua volontà. 
Perciò, nel mio piccolo, anche io, dopo ogni Santa Comunione, prego perché Gesù mi dia la forza di riuscire a fare qualcosa che riesca a Lui gradito, tanto da poter sostare anche nel mio cuore, almeno un pochino, senza che debba vergognarsi di me.
Un altro insegnamento, assai chiaro, è che la nostra preghiera e il nostro animo hanno la forza di far desistere Gesù dal punirci per le nostre nefandezze o per quelle di altri per cui preghiamo.
Dal Diario di Suor Faustina:
Dopo la santa Comunione, entrato Gesù nel mio cuore, Gli dissi: « Amore mio, regna nel più intimo del mio cuore, là dove hanno inizio i miei piu segreti pensieri, in quel profondissimo santuario, al quale solo Tu, Signore, puoi accedere e dove il pensiero umano non è in grado di giungere.

sabato 18 agosto 2018

Gli avversari andranno in frantumi

Ogni giorno mi capita di sentirmi sopraffatto da questo o quell'evento, da quella o l'altra persona. Sono tentazioni fortissime.
A volte durano molto, travolgono i miei pensieri e mi mantengono in uno stato doloroso di agitazione. Altre volte durano meno. In entrambi i casi, tutto questo viene spazzato via quando mi ricordo di mettere Gesù al centro esatto della mia esistenza, affidandomi completamente a Lui.
Ed ecco la più grande delle consolazioni, sempre nel Diario di Suor Faustina:
Verso sera, durante la benedizione, la mia anima per un momento fu in contatto diretto con Dio Padre, sentii che ero fra le Sue braccia come una bimba e udii nel mio intimo queste parole: «Non temere nulla, figlia Mia, tutti gli avversari andranno in frantumi ai Miei piedi».


venerdì 17 agosto 2018

Vigila, poiché verrò inavvertitamente

29 dicembre 1936.
Oggi dopo la santa Comunione ho udito una voce nell'anima:
«Figlia Mia, vigila, poiché verrò inavvertitamente».
«Gesù, non vuoi dirmi l'ora che attendo con tanta nostalgia?». 
«Figlia Mia, per il tuo bene la saprai, ma non ora, vigila». 
O Gesù, fa' di me quello che Ti piace. So che sei il Salvatore misericordioso e so che non cambierai per me nell'ora della morte. Se ora mi dimostri un amore così particolare e se Ti degni unirTi a me in una maniera così confidenziale ed amorevole, per questo spero ancora di più nell'ora della morte. Tu Signore, Dio mio, non puoi cambiare; sei sempre lo stesso. I cieli possono cambiare e tutto ciò che è stato creato, ma Tu Signore, sempre lo stesso durerai nei secoli. Quindi vieni come vuoi e quando vuoi. Padre d'infinita Misericordia, io Tua figlia attendo con nostalgia la Tua venuta. O Gesù, Tu hai detto nel santo Vangelo: «Ti giudico dalle tue labbra»; perciò Gesù, io parlo sempre della Tua inimmaginabile Misericordia. Confido pertanto che mi giudicherai secondo la Tua infinita Misericordia.
Diario di Suor Faustina

mercoledì 15 agosto 2018

La vera grandezza dell'anima

Nel giorno dell'Assunta, la Madonna ha detto a Suor Faustina alcune bellissime cose.
Eccole, esattamente come sono state trascritte dalla santa nel suo Diario:
La vera grandezza dell'anima consiste nell'amare Dio e nell'umiliarsi alla Sua presenza, nel dimenti­care totalmente se stessi e nel considerarsi un nulla, poiché il Signore è grande, ma si compiace soltanto degli umili, ai superbi resiste sempre.
L'Assunta a Suor Faustina

martedì 14 agosto 2018

Il dono del confessore

Quando volevo liberarmi da queste ispirazioni interiori, Iddio mi disse che nel giorno del Giudizio mi avrebbe chiesto conto di un gran numero di anime.
Una volta che mi sentivo tremendamente stanca per le molte difficoltà che avevo per il fatto che Gesù mi parlava ed esigeva che venisse dipinta quell'immagine, decisi fra di me fermamente di chiedere al Padre Andrasz, prima dei voti perpetui, di sciogliermi da quelle ispirazioni interiori e dall'obbligo di dipingere quell'immagine. 
Ascoltata la confessione, il Padre Andrasz mi diede questa risposta: «Non la sciolgo da nulla, sorella, e non le è permesso sottrarsi a queste ispirazioni interiori, ma deve assolutamente parlare di tutto al confessore, nel modo più assoluto, altrimenti andrà fuori strada, nonostante queste grandi grazie del Signore. Momentaneamente lei si confessa da me, ma sappia bene che deve avere un confessore fisso, cioè un direttore spirituale».

domenica 12 agosto 2018

Vivere in conformità al divino volere

Gesù mi fece conoscere quanto gli sia cara un'anima che vive in conformità al divino volere. 
Con ciò, tributa a Dio la più grande gloria. 
La tristezza non abiterà mai in una persona, che ama la divina volontà.
Santa Faustina
Diario

sabato 11 agosto 2018

Santità, Giustizia e Misericordia di Dio

Il Signore mi elargì molta luce per farmi conoscere i Suoi attributi.
Il primo attributo che il Signore mi fece conoscere è la Sua Santità. Tale Santità è così grande, che davanti a Lui tremano tutte le Potenze e le Virtù. La Santità di Dio è distribuita sulla Chiesae su ogni suo membro, ma non in uguale misura. Ci sono delle anime completamente divinizzate, ma ci sono anche anime che vivono a malapena. 
Il secondo attributo che il Signore mi fece conoscere è la Sua Giustizia. La Sua Giustizia è così grande e penetrante che raggiunge fino in fondo l’essenza delle cose e tutto davanti a Lui è nella sua nuda realtà. 
Il terzo attributo è l’Amore e la Misericordia. E compresi che l’Amore e la Misericordia è l’attributo più grande. Esso unisce la creatura al Creatore. L’amore più grande e l’abisso della Misericordia li riconosco nell’Incarnazione del Verbo, nella Redenzione da Lui operata. E da ciò compresi che questo attributo è il più grande in Dio.
Diario di Suor Faustina

venerdì 10 agosto 2018

L'importanza della preghiera per i confessori

Una cosa però ho anche capito, cioè che devo pregare molto per il confessore affinché lo illumini lo spirito di Dio.
Quando mi confesso senza prima aver pregato per lui, egli mi capisce poco.
Santa Faustina (Diario)


martedì 7 agosto 2018

O Maria, Madre e Signora mia

Dal Diario di Suor Faustina ricaviamo ancora una volta l'invito esplicito a seguire l'esempio della santa nel chiamare in nostro soccorso Maria, la Madre di Gesù.
E questo invito è racchiuso in una meravigliosa preghiera alla Madonna, da tenere sempre a mente, perché a Lei possiamo e potremo sempre rivolgerci con il cuore aperto, con la certezza che non resteremo mai e poi mai inascoltati:
O Maria, Madre e Signora mia,
affido a Te la mia anima ed il mio corpo,
la mia vita e la mia morte 
e ciò che verrà dopo.
Metto tutto nelle Tue mani.
Suor Faustina 


domenica 5 agosto 2018

L'anima che confida nella Mia Misericordia è la più felice

L'anima che confida nella Mia Misericordia è la più felice, poiché Io stesso ho cura di lei.
Gesù a Suor Faustina
Diario